Nella giornata anche la premiazione del progetto “Gabriele d’Annunzio sul Garda e in terra bresciana”

Al Vittoriale degli Italiani “Plant for the Planet” un Action Day internazionale sulla crisi climatica spiegata a bambini e ragazzi

08/04/2016 in Attualità
Di Redazione

Il pen­sa sem­pre più all’ambiente: dopo “Vit­to­ri­ale Nat­u­ral­mente” - prog­et­to che ha reso l’incantevole par­cocom­ple­ta­mente pri­vo di pes­ti­ci­di e agen­ti chimi­ci – il Vit­to­ri­ale si fa pro­mo­tore in Italia del­la man­i­fes­tazione inter­nazionale “Plant for the Plan­et”.

Saba­to 9 aprile, dalle 9 alle 18, bam­bi­ni dagli 8 ai 14 anni ani­mer­an­no il gia­rdi­no dan­nun­ziano a Gar­done Riv­iera e avran­no l’opportunità di stu­di­are cause e con­seguen­ze del­la crisi cli­mat­i­ca. Impar­eran­no quale con­trib­u­to può dare ogni per­sona, faran­no pre­sen­tazioni, pianter­an­no alberi e piani­ficher­an­no da soli dei prog­et­ti.

Plant for the Plan­et” è un’iniziativa spe­ciale per­ché è gesti­ta dai bam­bi­ni per i bam­bi­ni. Al ter­mine dell’Action Day i parte­ci­pan­ti diven­ter­an­no Ambas­ci­a­tori per il “Cli­mate Jus­tice” e trasmet­ter­an­no queste idee alle scuole, alle famiglie e alle comu­nità.

Lo scopo di “Plant for the Plan­et” è di far mat­u­rare la con­sapev­olez­za sul­la ques­tione cli­mat­i­ca tra i più gio­vani e di incor­ag­gia­r­li ad agire. Il prog­et­to è nato da un tema scrit­to nel gen­naio del 2007 da Felix Finkbein­er di 9 anni: l’idea di Felix era che i bam­bi­ni piantassero mil­ioni di alberi in ogni paese del mon­do per com­pen­sare le emis­sioni di anidride car­bon­i­ca. Nel giro di un anno “Plant for the Plan­et” è diven­ta­to un movi­men­to glob­ale: oggi ci sono più di 100.000 bam­bi­ni in oltre 100 pae­si che fan­no pro­pa­gan­da per l’eliminazione delle emis­sioni di anidride car­bon­i­ca e per la gius­tizia cli­mat­i­ca, vale a dire un’equa dis­tribuzione dei dirit­ti alle emis­sioni fra i popoli del mon­do. In col­lab­o­razione con il Pro­gram­ma delle Nazioni Unite per l’Ambiente sono sta­ti piantati oltre tre mil­iar­di di alberi nel mon­do: ogni albero è sim­bo­lo del­la gius­tizia cli­mat­i­ca.

Per l’occasione il Vit­to­ri­ale emet­terà uno spe­ciale bigli­et­to famiglia che con­sen­tirà l’ingresso a tar­if­fa agevola­ta nel par­co stori­co del Vit­to­ri­ale ai nuclei famil­iari.

Nel cor­so del­la gior­na­ta nell’Auditorium del Vit­to­ri­ale si ter­rà anche la pre­mi­azione del prog­et­to didat­ti­co sul Gar­da e in ter­ra bres­ciana” che vede coin­volti cir­ca 300 stu­den­ti  con i loro inseg­nan­ti prove­ni­en­ti da scuole pri­marie e sec­on­darie di pri­mo e sec­on­do gra­do.

In questo anno sco­las­ti­co 2015–16 il Vit­to­ri­ale ha pro­pos­to per­cor­si didat­ti­ci inter­dis­ci­pli­nari stori­co-artis­ti­co-let­ter­ari al fine di appro­fondire i rap­por­ti di d’Annunzio con il ter­ri­to­rio e con le per­son­al­ità dell’epoca.  L’iniziativa — pro­mossa dal Vit­to­ri­ale, patro­ci­na­ta dal Min­is­tero dell’Istruzione e del­la Ricer­ca Regione Lom­bar­dia e spon­soriz­za­ta da “Nav­i­gar­da” e da “Fon­dazione “ di Toscolano-Mader­no — è vol­ta ad appro­fondire e far conoscere l’influenza che la figu­ra del Vate ebbe nel Gar­da.