L’associazione chiede al Comune la gestione diretta del parcheggio di via Preite e di una nuova area per attività agonistiche

Albergatori: «Dateci il centro sportivo…»

17/12/2000 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
Angelo Peretti

Gli alber­ga­tori garde­sani vogliono con­tare di più. Lo dice esplici­ta­mente il loro pres­i­dente Alessan­dro Borel­li. E l’Associazione alber­ga­tori di Gar­da non si limi­ta alle parole: pro­pone al Comune la ges­tione diret­ta del nuo­vo parcheg­gio di via Pre­ite e si fa pro­motrice del­la real­iz­zazione di un nuo­vo cen­tro sporti­vo con annes­so alber­go, dicen­dosi pronta a finanziar­lo. È quan­to è emer­so dall’assemblea dei cinquantac­inque tito­lari d’albergo di Gar­da e Coster­mano svoltasi nei giorni scor­si all’hotel Regi­na Ade­laide. Un’assemblea che ha prob­a­bil­mente seg­na­to un pun­to di svol­ta epocale nell’attività del sodal­izio eco­nom­i­co, che sta sem­pre più cer­can­do di assumere la fun­zione di mod­er­no sin­da­ca­to di cat­e­go­ria. «Come oper­a­tori », dice Borel­li, «sen­ti­amo il bisog­no di un mag­gior dial­o­go con gli enti locali, con i Comu­ni, la Provin­cia, la Regione. Chiedi­amo di essere inter­pel­lati quan­do si assumono deci­sioni che riguardano l’assetto del nos­tro ter­ri­to­rio. Vogliamo parte­ci­pare atti­va­mente alla risoluzione delle prob­lem­atiche aperte. Sen­ti­amo par­lare del bisog­no di aumentare la qual­ità dell’offerta tur­is­ti­ca; noi siamo pron­ti ad assumer­ci le nos­tre respon­s­abil­ità, ma la qual­ità dev’esserci anche al di fuori degli alberghi. Mi riferisco alla , alle acque, alla por­tu­al­ità, ai parcheg­gi. Ripeto: siamo pron­ti a fare la nos­tra parte insieme con le isti­tuzioni per miglio­rare la qual­ità del nos­tro ter­ri­to­rio, su cui si gio­ca il nos­tro futuro». Dalle parole ai fat­ti. L’associazione alber­ga­tori di Gar­da ha già inoltra­to al Comune la pro­pos­ta di gestire diret­ta­mente il nuo­vo parcheg­gio in fase di real­iz­zazione in via Pre­ite. In questi giorni ha illus­tra­to al sin­da­co anche un altro ambizioso prog­et­to. «Il Comune », dice Borel­li ‚« ci ha offer­to la pro­pos­ta di gestire un’area di cir­ca set­tan­ta­mi­la metri quadri des­ti­na­ta a infra­strut­ture sportive. Noi gli abbi­amo det­to che siamo disponi­bili a real­iz­zarci un cen­tro sporti­vo. Il nos­tro sog­no è quel­lo di ospitar­ci anche la scuo­la di moun­tain bike di Pao­la Pez­zo». Il cen­tro sporti­vo sorg­erebbe accan­to al nuo­vo impianto da cal­cio real­iz­za­to dal Comune. L’albergo potrebbe ospitare club calcis­ti­ci in ritiro. Si par­la di un inves­ti­men­to di vari mil­iar­di. «L’associazione alber­ga­tori », com­men­ta il sin­da­co Gior­gio Comenci­ni ‚« è una specie di Con­find­us­tria del­la nos­tra zona. Spero che i prog­et­ti pos­sano andare a con­cretiz­zarsi. Da parte del Comune abbi­amo già investi­to nel­la qual­ità dell’offerta tur­is­ti­ca: pen­so alle nuove o allo stes­so tra gli olivi. Spero che altro potremo real­iz­zare insieme agli alber­ga­tori». «L’associazionismo », ha sot­to­lin­eato l’assessore provin­ciale al tur­is­mo Davide Bendinel­li, garde­sano e alber­ga­tore pure lui ‚« è sem­pre più impor­tante. L’Associazione alber­ga­tori deve fun­gere da vero e pro­prio sin­da­ca­to. Cre­do che molto pos­sa essere real­iz­za­to col pas­sag­gio di deleghe sul­la pro­gram­mazione tur­is­ti­ca dal­la Regione alla Provin­cia». All’assemblea degli alber­ga­tori garde­sani ha pre­sen­zi­a­to anche Anto­nio Pasot­ti, mem­bro del diret­ti­vo del­la .