Alla materna s’insegna a impastare

05/08/2001 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
(a.p.) a.p.

L’educazione del gus­to incom­in­cia da gio­vanis­si­mi. Così alla scuo­la mater­na di Tor­ri han­no pen­sato di invitare uno dei migliori cuochi del­la riv­iera garde­sana a inseg­nare ai ragazz­i­ni a con­fezionare ravi­o­li, bis­cot­ti­ni e dol­cetti. Per tre gior­nate i pic­coli allievi dell’asilo tor­re­sano si sono cimen­tati nell’arte del­la cuci­na, gui­dati da Isidoro Con­soli­ni, chef del ris­torante Al Cav­al di Tor­ri, in questi giorni pro­tag­o­nista come docente del­la ben più impeg­na­ti­va espe­rien­za di «Gar­da-Gourmet», le lezioni di gas­trono­mia garde­sana che la con­dot­ta del Gar­da Veronese di Slow Food e l’associazione I Ghiot­toni han­no orga­niz­za­to pres­so le can­tine Lam­ber­ti di Lazise. «Quel­la coi ragazz­i­ni del­la scuo­la mater­na», dice Con­soli­ni, «è sta­ta un’esperienza molto inter­es­sante: era un piacere ved­er­li impastare». I bim­bi tor­re­sani han prepara­to paste rip­i­ene, e poi croc­can­ti bis­cot­ti con­fezionati a mo’ di let­tere dell’alfabeto e alcune torte, che poi si sono man­giati all’ora di meren­da. Il tut­to nell’ambito di un pro­gram­ma didat­ti­co o ded­i­ca­to ai mestieri. Così, a parte le lezioncine di cuci­na, un’altra mat­ti­na han­no anche vis­to fare il pane, sot­to la gui­da dei tito­lari di un pan­i­fi­cio del paese, e poi han­no segui­to l’opera del mura­tore, del faleg­name, del vig­ile urbano. Ritraen­do quin­di gli attrezzi e gli usi dei vari mestieri in una serie di disegni.