E' in programma questa sera alle 20.30 presso la sede della Sat di Riva del Garda la consegna agli assessori provinciali delle 10 mila firme raccolte n favore della riapertura e della valorizzazione della vecchia e suggestiva strada del Ponale.

Alla Sat 10 firme per la ponale

03/02/2000 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo

E’ in pro­gram­ma ques­ta sera alle 20.30 pres­so la sede del­la Sat di Riva del Gar­da (in Por­ta S. Mar­co) la con­seg­na agli asses­sori provin­ciali delle 10 mila firme rac­colte dal Comi­ta­to “Gia­co­mo Cis” in favore del­la ria­per­tu­ra e del­la val­oriz­zazione del­la vec­chia e sug­ges­ti­va stra­da del Ponale. All’ap­pun­ta­men­to, che cade pro­prio nel giorno del pri­mo anniver­sario del­la trag­i­ca frana che il 3 feb­braio ’99 uccise il pen­sion­a­to di Arco Gino Avanci­ni, sono sta­ti invi­tati gli asses­sori provin­ciali Iva Borasi (ambi­ente e sport), Clau­dio Moli­nari (istruzione e cul­tura), Ser­gio Casagran­da (lavori pub­bli­ci), Dario Pal­laoro (agri­coltura, mon­tagna e foreste) e Mar­co Benedet­ti (indus­tria e tur­is­mo). Dovreb­bero essere pre­sen­ti anche i sin­daci di Riva e Moli­na di Ledro Cesare Mal­ossi­ni e Angi­o­let­ta Zec­chi­ni. “Alla luce degli ulti­mi avven­i­men­ti — scrive in una nota agli asses­sori com­pe­ten­ti il Comi­ta­to Gia­co­mo Cis — la con­seg­na è par­ti­co­lar­mente impor­tante non tan­to per l’at­to for­male del­la con­seg­na delle firme ma soprat­tut­to come momen­to di incon­tro, di anal­isi e di ser­e­na rif­les­sione sul cam­mi­no fat­to sino­ra e sulle ques­tioni anco­ra aperte per giun­gere alla tan­to aus­pi­ca­ta ria­per­tu­ra del­la vec­chia stra­da che tan­to ha appas­sion­a­to ed appas­siona l’opin­ione pub­bli­ca locale e non, gli escur­sion­isti, i cicloam­a­tori, gli appas­sion­ati di sto­ria, i sem­pli­ci cit­ta­di­ni. Tut­ti pre­oc­cu­pati dal des­ti­no cui sarebbe asseg­na­ta la vec­chia stra­da lad­dove non si pen­sasse seri­amente e conc­re­ta­mente alla sua ria­per­tu­ra in tem­pi bre­vi e quin­di alla pro­mozione di un aut­en­ti­co gioiel­lo del­la nos­tra zona”.

Commenti

commenti