Una nuova guida per valorizzare arte, cultura, storia e prodotti tipici del territorio di tre province delle Colline moreniche

Alla scoperta del basso Garda

25/08/2006 in Attualità
Di Luca Delpozzo
(e.c.)

Una nuo­va gui­da per conoscere e apprez­zare il ter­ri­to­rio del Bas­so Gar­da. Lo ha real­iz­za­to il Con­sorzio Gar­da­Colline-Gar­daHills che com­prende l’area a sud del Gar­da tra le province di Verona, Bres­cia e Man­to­va, per val­oriz­zare luoghi, cul­tura, mon­u­men­ti, musei, tradizioni e di quest’area nell’ottica di pro­muo­vere un ter­ri­to­rio ric­co di risorse per il tur­is­mo e, in par­ti­co­lare, per quel­la cate­gio­r­ia di viag­gia­tori, sem­pre più numerosi, che alle mète tradizion­ali preferiscono la riscop­er­ta dei pic­coli borghi carat­ter­is­ti­ci e del­la cuci­na tradizionale, con le sue pecu­liar­ità e i suoi sapori riscoperti.Il Con­sorzio Gar­da­Colline-Gar­daHills, nato da meno di tre mesi, riu­nisce oper­a­tori nei set­tori inter­es­sati allo svilup­po tur­is­ti­co del ter­ri­to­rio delle Colline Moreniche del delle tre provin­cie di Bres­cia, Man­to­va e Verona. L’idea dei pro­mo­tori del Con­sorzio è sta­ta di met­tere insieme le diverse risorse di questo ter­ri­to­rio per val­oriz­zar­lo indi­can­do luoghi e itin­er­ari, oltre che prodot­ti e strut­ture dell’ospitalità e del­la ris­torazione, e creare così un sis­tema per incre­mentare l’offerta turistica.L’ultima nata è una gui­da car­tacea per scelte di tur­is­mo nelle , cos­ti­tui­ta da un vol­umet­to di 136 pagine, in ital­iano e inglese, con belle foto a col­ori e tante notizie a cui si affi­an­ca un por­tale Inter­net. Dal­la con­sul­tazione dei due stru­men­ti si potran­no trarre utili indi­cazioni per come trascor­rere un sog­giorno, breve o meno, nel­lo splen­di­do pae­sag­gio delle colline moreniche a sud del lago di Gar­da, un ter­ri­to­rio che riu­nisce itin­er­ari nat­u­ral­is­ti­ci, musei, can­tine, ris­toran­ti, agri­t­ur­is­mi e negozi dove rin­trac­cia­re e gustare i prodot­ti tipi­ci del­la zona oltre a luoghi di inter­esse stori­co e aree per il diver­ti­men­to e il benessere, con molte indi­cazioni pratiche anche su aper­ture di musei e parchi oltre che sui parcheggi.In par­ti­co­lare, per quan­to riguar­da il Veronese, nel­la gui­da si trovano Valeg­gio sul Min­cio (con un capi­to­lo ded­i­ca­to al ), Borghet­to, Som­macam­pagna, Cus­toza e Castel­n­uo­vo, oltre a indi­cazione sui parchi acquati­ci, ris­toran­ti e aziende vitivini­cole di queste località.La gui­da è in dis­tribuzione gra­tui­ta nelle local­ità e nelle aziende che fan­no capo al Con­sorzio. Per saperne di più si può con­sultare il sito Inter­net www.gardacolline.it.Il Con­sorzio dopo questo pri­mo sfor­zo, spie­ga il pres­i­dente del Con­sorzio Mar­co San­ti­ni, «si por­rà come obi­et­ti­vo, entro il 2006, la for­mu­lazione di un arti­co­la­to pro­gram­ma di pro­mozione, con altre impor­tan­ti inizia­tive, nonché la cos­ti­tuzione di un tavo­lo di lavoro e di con­fron­to con le ammin­is­trazioni locali per sup­por­t­ar­le nel­la preparazione del prog­et­to del Sis­tema tur­is­ti­co locale delle Colline Moreniche del Garda».