Un fulmine sul campanile. Principio di incendio alla chiesa del Corlo

All’alba, per il temporale

02/07/2005 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Roberto Darra

Il vio­len­to tem­po­rale che ieri mat­ti­na, attorno alle 6, si è abbat­tuto sul Bas­so Gar­da, non ha risparmi­a­to Lona­to dove un ful­mine si è scar­i­ca­to sul cam­panile del­la chiesa del­la Bea­ta Vergine del Cor­lo, in pieno cen­tro stori­co. Ad andare in fumo, l’impianto elet­tri­co che era sta­to com­ple­ta­mente rifat­to solo tre anni fa, il pan­nel­lo che ospi­ta i diver­si con­ta­tori ed alcune solette di leg­no poste all’interno del cam­panile. Sul pos­to sono inter­venu­ti i Vig­ili del fuo­co di Bres­cia con un’autoscala, affi­an­cati dai vig­ili del fuo­co volon­tari di Desen­zano, aller­tati da alcune famiglie che abi­tano ad una venti­na di metri dal­la chiesa, lun­go la stra­da che per­me­tte di salire fino alla Roc­ca. Il loro è sta­to un risveg­lio piut­tosto brus­co quan­do, dopo l’ultimo assor­dante tuono, un boa­to ter­ri­bile, si sono avvi­c­i­nati alla fines­tra e han­no nota­to una nuvola di fumo nero che sali­va dal­la cel­la cam­pa­naria del­la chiesa. L’allarme è scat­ta­to imme­di­ata­mente. Dap­pri­ma i mezzi di soc­cor­so e poi la sec­on­da tele­fona­ta a Pier­gior­gio Sbalchiero che abi­ta poco dis­tan­za, in via Tren­to e Tri­este, ed è respon­s­abile del grup­po di volon­tari­a­to Ami­ci del Cor­lo. Un grup­po che ha pre­so a cuore la chiesa e che da almeno vent’anni com­pie inter­ven­ti per­ché l’edificio con­servi tut­to il suo pres­ti­gio stori­co e di luo­go di fede. Una serie di pic­cole ristrut­turazioni con­cor­date con la pro­pri­età del­la chiesa, la Fon­dazione casa di riposo, per la sicurez­za del­la strut­tura inter­na ed ester­na. Al ter­mine dell’intervento dei Vig­ili del Fuo­co, la chiesa è sta­ta ria­per­ta al pub­bli­co in quan­to l’unica parte ad aver sub­ì­to dan­ni è pro­prio il cam­panile. Dell’episodio si sono occu­pati anche i del­la locale stazione che han­no svolto i pri­mi rilievi. La notizia dell’incendio del cam­panile ha fat­to presto il giro di Lona­to, anche per la noto­ri­età che gode ques­ta chiesa nel­la comu­nità cris­tiana. Per diverse famiglie che abi­tano nel quartiere del Cor­lo l’amarezza del risveg­lio è con­tin­u­a­ta anche dopo che il for­tu­nale ave­va ces­sato le ostil­ità. Molti tele­vi­sori infat­ti sono andati in black out per la scar­i­ca elet­tri­ca. Una nota stor­i­ca: la chiesa del­la Bea­ta Vergine del Cor­lo è sta­ta costru­i­ta fra il XIII ed il XV sec­o­lo, è det­ta dei Dis­ci­pli­ni per­ché venne con­ces­sa nel 1505 alla Con­fra­ter­ni­ta dei Dis­ci­pli­ni che la por­tarono alle forme attuali, arric­chen­dola anche del cam­panile costru­ito nel 1576.

Parole chiave:

Commenti

commenti