E' di sabato mattina la notizia che in uno dei cinque allevamenti avicoli di Cavaion veronese e stato scoperto un focolaio dell'epizoozia che sta decimando la popolazione avicola della provincia veronese.

Allarme per l’influenza dei polli

02/02/2000 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
a.t.

L’in­fluen­za aviaria arri­va anche nel­la zona del Gar­da. E’ di saba­to mat­ti­na la notizia che in uno dei cinque all­e­va­men­ti avi­coli di Cavaion veronese e sta­to scop­er­to un foco­laio del­l’epi­zoozia che sta dec­i­man­do la popo­lazione avi­co­la del­la provin­cia veronese.“È il pri­mo caso che colpisce il nos­tro dis­tret­to, fino­ra ci erava­mo sal­vati”, spie­ga Alessan­dro Salvel­li, respon­s­abile del dis­tret­to vet­eri­nario di Capri­no. “Adesso siamo in zona di sorveg­lian­za e di pro­tezione grave. Sti­amo con­trol­lan­do vari all­e­va­men­ti per ver­i­fi­care se ci sono casi di mor­tal­ità supe­ri­ori alla media gior­naliera tradizionale che è cir­ca del 3 per cento”.L’influenza aviaria, infat­ti, ha un peri­o­do di incubazione di cir­ca 15 giorni e non è sem­pre imme­di­ata­mente riscon­tra­bile medi­ante anal­isi di mate­ri­ale organ­i­co. Gli anti­cor­pi nei con­fron­ti dì una malat­tia, infat­ti, com­paiono solo quan­do ques­ta è manifestata.“La zona è infet­ta ma il prob­le­ma risale a tem­po fa”, dice Gian­car­lo Sabai­ni, sin­da­co di Cavaion. “Da Sal­iz­zole la malat­tia si è dif­fusa a Pes­cant­i­na dove ha infet­ta­to un all­e­va­men­to. I pro­pri­etari sono gli stes­si di quel­lo scop­er­to infet­to a Cavaion. Dieci giorni fa, ave­va­mo emana­to un’or­di­nan­za dì abbat­ti­men­to pre­ven­ti­vo, su pro­pos­ta del servizio vet­eri­nario di Vil­lafran­ca. I pro­pri­etari, però, ave­vano prodot­to una doc­u­men­tazione da cui risul­ta­va che i due all­e­va­men­ti era­no stac­cati e ave­vano richiesto la sospen­sione del­l’or­di­nan­za, cosa che abbi­amo dovu­to fare. Ora invece il prob­le­ma emerge in tut­ta la sua gravi­ta. Solo lì saran­no abbat­tuti ISOmi­la ani­mali, ma a ris­chio sono anche le altre aziende avi­cole del­la nos­tra zona”.Il dis­tret­to vet­eri­nario di Capri­no com­prende la spon­da del lago da Mal­ce­sine a Peschiera e l’en­troter­ra fino a Brenti­no Bel­luno. Gli all­e­va­men­ti avi­coli sono con­cen­trati soprat­tut­to a Riv­o­li, Affi, , Capri­no, Lazi-se e Peschiera.“Se non ci sono con­tat­ti diret­ti la nor­ma­ti­va non prevede l’ab­bat­ti­men­to”, dice Fer­di­nan­do Sbizzera. respon­s­abile del servizio vet­eri­nario del­l’Ulss 22. “Per ora abbi­amo la situ­azione sot­to con­trol­lo, nel sen­so che siamo in gra­do di prevedere l’e­volver­si del­l’epi­zoozia”, (a. (.,)

Parole chiave: