L’attuale edificio appare insufficiente a servire gli allievi che sono in costante crescita.

Allarme scuola: mancano spazi!

Di Luca Delpozzo

Scop­pia la “Lai­ni”, la scuo­la che accoglie mater­na e ele­men­tari. L’allarme arri­va dal Comi­ta­to dei gen­i­tori riu­ni­tosi nei giorni scor­si. Questo denun­cia la pesante situ­azione venu­tasi a creare sia sul piano delle caren­ze strut­turali che su alcune esi­gen­ze e riven­di­cazioni rel­a­tive al servizio men­sa. L’edificio appare insuf­fi­ciente a servire gli allievi che sono in costante cresci­ta. Il comi­ta­to sol­lecita la costruzione del­la nuo­va mater­na in local­ità Grezze e la riu­nione di una dei servizi entro 15 giorni. Annun­cia una rac­col­ta di firme e lo stu­dio di forme di agi­tazione per set­tem­bre se la situ­azione non si sarà sbloc­ca­ta. Com­pre­sa la minac­cia di sospendere il paga­men­to delle rette sco­las­tiche rel­a­tive alle mense. Quest’ultimo è un altro dei prob­le­mi sul tap­peto. Infat­ti la caren­za di spazio ha impos­to il ricor­so ai doppi turni men­tre i gen­i­tori con­tes­tano da sem­pre, l’introduzione del paga­men­to dei pasti con il sis­tema del­la tar­if­fa fis­sa. Al con­trario i gen­i­tori chiedono di pagare in base ai pasti effet­ti­va­mente con­sumati. L’intenzione è quel­la di costru­ire, entro set­tem­bre, una nuo­va palestra rica­van­do tre aule nel­la vec­chia. A gen­naio 2001 par­tirà la costruzione del­la nuo­va mater­na spie­ga l’assessore Emanuele Gius­tac­chi­ni. Nel frat­tem­po rimar­ran­no i doppi turni alla men­sa, men­tre cam­bier­e­mo il sis­tema di paga­men­to dei pasti. Spiegher­e­mo i pro­gram­mi in un’assemblea con i genitori.