Vigili in mountain bike a vigilare le spiagge. Paola Pezzo: mi ricorda l’America

Alle Olimpiadigrazie alle multe

09/08/2007 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Stefano Joppi

Multe meno amare. O almeno così spera Fer­di­nan­do Pez­zo, coman­dante del­la polizia munic­i­pale del cen­tro lacus­tre. Il moti­vo? D’ora in poi tut­ti i sol­di che il Comune incasserà con le con­travven­zioni alle auto in sos­ta vieta­ta, sug­li stal­li ris­er­vati ai mezzi degli hand­i­cap­pati, saran­no des­ti­nate all’acquisto di una nuo­va prote­si da donare a Eros Marai: l’atleta diver­sa­mente abile che parteciperà a fine set­tem­bre ai mon­di­ali di atlet­i­ca leg­gera a Taipei. Non solo. Nel 2008 il bib­liote­cario del Comune difend­erà i col­ori ital­iani alle Paraolimpia­di di Pechi­no. Muti­la­to all’arto infe­ri­ore del­la gam­ba destra, in segui­to a un inci­dente di moto avvenu­to cinque anni fa sul­la «A22», Marai non si è per­so d’animo e gra­zie a una prote­si in graf­fite di car­bo­nio si è mes­so in luce nei 100 metri e nel salto in lun­go. Tem­pi di rispet­to che l’hanno proi­et­ta­to nell’olimpo degli atleti.«Il nos­tro sog­no è di vedere Eros sul podio olimpi­co», accen­na il coman­dante Pez­zo riv­olto a Marai e mag­a­ri, ag-giunge, indos­san­do una magli­et­ta con il mar­chio del­la polizia munic­i­pale di . Vig­ili comu­nali che ieri mat­ti­na era­no schierati in bermu­da, polo, cap­pelli­no con visiera e scarpe da gin­nas­ti­ca davan­ti alle fiamman­ti moun­tain bike, in dotazione al cor­po. «Un mez­zo agile che mi ricor­da le Olimpia­di vinte ad At-lan­ta. Mi allena­vo per le strade amer­i­cane e vede­vo la polizia che gira­va in per­lus­trazione in sel­la alle moun­tain-bike», ha dichiara­to Pao­la Pez­zo al ter­mine del­la con­feren­za stam­pa d’il­lus­trazione del­l’at­tiv­ità svol­ta e dei mezzi in dotazione ai vig­ili di Bar­dolino. «Abbi­amo in cantiere idee ambiziose, nel­l’ot­ti­ca di un mag­gior con­trol­lo del ter­ri­to­rio, per la sicurez­za dei cit­ta­di­ni e la sen­si­bi­liz­zazione all’e­d­u­cazione stradale attra­ver­so una sem­pre più inten­sa col­lab­o­razione con le scuole del paese», ha sot­to­lin­eato l’asses­sore alla Francesco Mar­chiori. Poco dis­tante un tavo­lo zep­po di mer­ce seques­tra­ta a ven­di­tori abu­sivi. Occhiali, borse, magli­ette ma anche due fis­ar­moniche. «Era­no di un fin­to men­di­cante zop­po che si aggi­ra­va per il paese. Quan­do ci ha vis­to arrivare ha abban­do­na­to tut­to, bas­tone com­pre­so, per fug­gire a gambe lev­ate», rac­con­ta Fer­di­nan­do Pez­zo. La mer­ce req­ui­si­ta sarà dona­ta, se richi­es­ta, alla par­roc­chia per le pesche di benef­i­cen­za. Alla con­feren­za stam­pa era­no pre­sen­ti anche il vice sin­da­co Adeli­no Avanzi­ni, l’asses­sore alla cul­tura Plinio Boni e Mir­co Croce, pres­i­dente del­l’As­so­ci­azione Nazionale Muti­lati Civili.