Novità nell’amministrazione degli alloggi comunali di Desenzano.

Alloggi del Comune: una intesa con l’Aler per gestire il patrimonio

Di Luca Delpozzo
m.to.

Novità nell’amministrazione degli allog­gi comu­nali di Desen­zano. Nei giorni scor­si, il Comune e l’Azienda lom­bar­da per l’edilizia res­i­den­ziale (Aler, ex Iacp) di Bres­cia han­no infat­ti fir­ma­to un’intesa sul­la ges­tione delle case popo­lari di pro­pri­età munic­i­pale: 125 allog­gi dis­tribuiti nelle vie Gher­la, Mez­zo­colle, stret­ta Castel­lo, Annun­ci­a­ta, Garibal­di, Goito, Michelan­ge­lo, Mon­ti, Man­zoni, e di Fran­cia a San Mar­ti­no del­la Battaglia. In sin­te­si, l’accordo prevede che l’Aler gestis­ca il pat­ri­mo­nio immo­bil­iare del Comune rilas­cian­do poi cir­ca il 15 per cen­to del totale dei canoni d’affitto al Munici­pio, e un ulte­ri­ore 24 per cen­to da des­tinare alle opere di manuten­zione ordi­nar­ia. Per il Comune, quin­di, un’operazione a cos­to zero. «Sì, è pro­prio così — con­fer­ma l’assessore al Bilan­cio Mario Mar­chioni — il Munici­pio si lib­era dell’impegno ges­tionale di questo grande pat­ri­mo­nio, che assor­bi­va per­son­ale e risorse. La con­ven­zione, che è frut­to di lunghe trat­ta­tive da parte del­la Giun­ta e degli uffi­ci comu­nali, prevede l’affidamento dell’amministrazione degli allog­gi all’Aler, che ha appe­na con­clu­so un accor­do di glob­al ser­vice con l’Asm per le manuten­zioni attra­ver­so la nuo­va soci­età denom­i­na­ta Gesi, e, inoltre, la creazione di una ges­tione uni­taria, orga­niz­za­ti­va e giuridi­ca, di tut­to il pat­ri­mo­nio di edilizia res­i­den­ziale pub­bli­ca pre­sente nel nos­tro ter­ri­to­rio. Alle 125 case comu­nali si som­mer­an­no infat­ti 155 di pro­pri­età dell’Aler: in totale 280 unità». Ver­rà quin­di sem­pli­fi­ca­to il rap­por­to tra cit­ta­di­ni e uffi­ci pub­bli­ci? «Cer­ta­mente — riprende Mar­chioni -, per­chè d’ora in poi ci sarà un solo ref­er­ente e gestore». Ma quali garanzie ci sono per gli inquili­ni? «Il Comune ver­i­ficherà tra un anno la ges­tione dell’Aler, poi è pre­vista la pos­si­bil­ità di appli­care penal­ità in caso di inadem­pien­ze, quin­di effettuer­e­mo un mon­i­tor­ag­gio su tutte le comu­ni­cazioni che ver­ran­no invi­ate dall’Aler agli inquili­ni. E’ pre­vista anche la pre­sen­za di un oper­a­tore del nuo­vo gestore per almeno 4 ore la set­ti­mana negli uffi­ci comu­nali, per incon­trare gli inquili­ni con prob­le­mi; e infine ci sarà l’accantonamento su un appos­i­to fon­do delle somme des­ti­nate alle manuten­zioni». Le asseg­nazioni degli allog­gi, comunque, rester­an­no di com­pe­ten­za comunale.