Alta Velocità Brescia — Verona, Assessore Terzi: via libera a variante progetto esecutivo

Di Redazione

La Giun­ta regionale lom­bar­da, su pro­pos­ta del­l’asses­sore alle Infra­strut­ture, Trasporti e Mobil­ità sosteni­bile Clau­dia Maria Terzi, ha approva­to il parere pos­i­ti­vo sulle vari­anti V3 e V7 al prog­et­to esec­u­ti­vo del­la lin­ea Alta velocità/Alta capac­ità Bres­cia-Verona, da pre­sentare alla Con­feren­za di Servizi min­is­te­ri­ale final­iz­za­ta all’ap­provazione delle due soluzioni.

TERZI: OPERE IMPORTANTI PER LA VIABILITALOCALE

Abbi­amo dato parere pos­i­ti­vo — ha spie­ga­to l’asses­sore Terzi — a due vari­anti al prog­et­to esec­u­ti­vo che riguardano la ricuci­tu­ra del­la via­bil­ità nei comu­ni di Cal­ci­na­to e Desen­zano del Gar­da. Si trat­ta di due pro­poste dei Comu­ni che Regione accoglie inte­gral­mente, sec­on­do un prin­ci­pio di sosteg­no alle neces­sità del ter­ri­to­rio. Gli inter­ven­ti inclusi nelle vari­anti prog­et­tuali sono impor­tan­ti per effi­cientare la mobil­ità e atten­uare il più pos­si­bile l’in­ter­feren­za del­la fer­rovia sul­la via­bil­ità locale”.

L’Al­ta veloc­ità tra Bres­cia e Verona — ha aggiun­to Terzi — è strate­gi­ca non solo per la Lom­bar­dia per l’in­tero asse di col­lega­men­to fer­roviario che attra­ver­sa il Nord Italia: questi inter­ven­ti con­tribuis­cono a ren­dere mag­gior­mente sosteni­bile l’opera nei ter­ri­tori attra­ver­sa­ti. Porter­e­mo al Min­is­tero delle Infra­strut­ture il parere pos­i­ti­vo di Regione nel­la prossi­ma sedu­ta del­la Con­feren­za dei servizi”.

VARIANTE V3 CALCINATO

Con­siste nel real­iz­zare, nel comune di Cal­ci­na­to, una nuo­va rota­to­ria tra Via Berlinguer e Via Stazione a nord del­l’at­tuale accesso.

VARIANTE V7 DESENZANO DEL GARDA

Con rifer­i­men­to al prog­et­to di ricuci­tu­ra del­la via­bil­ità nel­l’area di via Grezze nel comune di Desen­zano del Gar­da: elim­inare la rota­to­ria ed i rami est e ovest di via Bor­nade man­te­nen­do il col­lega­men­to in prog­et­to tra via Bor­nade e via Grezze; real­iz­zare in sos­ti­tuzione del­l’at­tuale sot­topas­so di via Grezze una nuo­va stra­da a ovest del­l’at­tuale sed­ime che sovrap­pas­si la gal­le­ria arti­fi­ciale del­la lin­ea fer­roviaria e scav­alchi l’au­tostra­da A4 con un nuo­vo cav­al­cavia; adeguare il col­lega­men­to tra via Bor­nade e via Grezze in cor­rispon­den­za del­la gal­le­ria al fine di sal­va­guardare le alber­a­ture esisten­ti; real­iz­zare una nuo­va via­bil­ità dal sud­det­to pun­to di attra­ver­sa­men­to del­la gal­le­ria con innesto a T a un grup­po di case poste a sud del­la linea.