Altro rinvio per le cabine della nuova funivia

09/05/2002 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Malcesine

Non fa due sen­za tre. Rischia vera­mente di diventare una telen­ov­ela l’operazione cab­ine rotan­ti. Slit­ta di nuo­vo nel tem­po il trasporto delle due «nav­i­celle» del­la funi­via dal parcheg­gio in local­ità Mot­ta alla stazione inter­me­dia di San Michele. Ques­ta vol­ta è il mal­tem­po che imper­ver­sa in Aus­tria a impedire il decol­lo dell’elicottero biro­tore K‑Max atte­so in un pri­mo momen­to per ques­ta mat­ti­na alle 11 sui cieli del . Ormai qua­si sen­za parole gli orga­niz­za­tori di questo trasvo­lo per la terza vol­ta costret­ti a comu­ni­care ai mezzi d’informazione il rin­vio dell’operazione impos­si­bile da effet­tuare via ter­ra con­sid­er­ate le dimen­sioni, cinque metri di diametro, e la staz­za delle due cab­ine. Va comunque ricorda­to che la serie di pro­roghe non influis­cono in alcun modo sui tem­pi di ria­per­tu­ra, pre­vista per metà luglio, del nuo­vo impianto di risali­ta che col­le­ga il paese di Mal­ce­sine ai 1760 metri di Trat­to Spino sul Monte Baldo.

Parole chiave: