Prg, Giancarlo Allegri replica alle critiche. Il sindaco: «Ora i cittadini dicano la loro sul nostro sito»

Ambiente e certificati. Scatta il piano «Sfida»

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Enrico Dugoni

Ambi­ente, cer­ti­fi­cazioni ambi­en­tale e trasparen­za. Padenghe è il pri­mo paese del­la provin­cia, il sec­on­do in Lom­bar­dia e il 28° in Italia ad ottenere la cer­ti­fi­cazione ambi­en­tale «Uni en Iso» da parte di una agen­zia inter­nazionale, la Dvn leader nel­la cer­ti­fi­cazione di qual­ità con sede a Oslo e pre­sente in Italia con dieci sedi oper­a­tive. Dall’altra gli ambi­etal­isti spara­no sull’amministrazione e il nuo­vo Prg vota­to il dicem­bre scor­so per l’eccessiva «cola­ta di cemen­to». Tale riconosci­men­to — sostiene l’amministrazione — arri­va a con­clu­sione delle pro­ce­dure di ver­i­fi­ca che han­no sta­bil­i­to la con­for­mità delle attiv­ità del comune ai req­ui­si­ti del­la nor­ma per i sis­te­mi di ges­tione ambi­en­tale. L’attestato di riconosci­men­to è sta­to con­fer­i­to da Nico­la Pri­va­to, oper­a­tore menag­er Dnv Italia, a Gian­car­lo Alle­gri, sin­da­co di Padenghe sul Gar­da, nel cor­so di una cer­i­mo­nia svoltasi nel­la sala con­sil­iare del comune, alla pre­sen­za dell’Assessore regionale alla qual­ità ambi­ente del­la Lom­bar­dia Fran­co Nicoli Cris­tiani e da Enzo Cos­su asses­sore all’Ecologia del­la provin­cia. «È sta­ta una scelta dell’amministrazione — dice Alle­gri — non obbli­ga­ta, quel­la di appu­rare lo sta­to di salute del pro­prio ter­ri­to­rio, per garan­tire a tut­ti gli abi­tan­ti, all’incirca 3600 e ai numero­sis­si­mi, son 15–20 mila in piena estate di tur­isti, un ambi­ente salu­bre sot­to tut­ti i pun­ti di vista. Un ceck-up in piena rego­la, mira­to alla qual­ità dell’ambiente in cui si vive». E alle accuse degli ecol­o­gisti il sin­da­co Alle­gri repli­ca: «queste affer­mazioni gra­tu­ite e ten­den­ziose non trovano riscon­tro nei fat­ti con­creti dell’amministrazione». Anche per­ché sec­on­do il sin­da­co le scelte ven­gono prese con i cit­ta­di­ni gra­zie al prog­et­to «Sfi­da»: il prog­et­to, che coin­volge i Comu­ni di Padenghe sul Gar­da Poz­zolen­go e Sirmione, è finanzi­a­to dal­la com­mis­sione euro­pea e cofi­nanzi­a­to dal­la , e offre un insieme di stru­men­ti infor­mati­ci di aiu­to all’amministrazione comu­nale per decidere le linee di svilup­po del ter­ri­to­rio. Il prog­et­to Sfi­da rac­coglie infor­mazioni, com­men­ti, sug­ger­i­men­ti da parte dei cit­ta­di­ni. Il con­trib­u­to di ognuno è prezioso, dice Alle­gri, per­ciò «vi invi­ti­amo a scriver­ci, clic­can­do su «Con­tattaci», nel­la home page e, suc­ces­si­va­mente, su «Spedis­ci i tuoi com­men­ti»». È pos­si­bile anche inviare una e‑mail all’indirizzo: sfida@sfida-life.it

Parole chiave: