Sabato convegno sull’inquinamento organizzato dai Lions club nella sede della scuola di Polizia. Riondino: servono interventi davvero concreti

Ambiente, parola agli esperti

Di Luca Delpozzo
(g.b.)

«Degra­do ambi­en­tale ed inquina­men­to oggi. Che fare?»: è questo il tema del con­veg­no sul quale dibat­ter­an­no esper­ti e tec­ni­ci nel­la mat­ti­na­ta di saba­to nell’aula magna del­la scuo­la di Polizia di Peschiera. L’incontro è orga­niz­za­to dai Lions club del dis­tret­to 108 e coor­di­na­to da Alfre­do Riondi­no. Numerosi i patroci­ni, isti­tuzion­ali e non, dell’iniziativa: il min­is­tero delle Infra­strut­ture e trasporti, le regioni Vene­to e Trenti­no Alto Adi­ge, la Provin­cia di Vicen­za, il comune di Peschiera del Gar­da, l’Ordine degli ingeg­neri di Vicen­za, le Autorità di baci­no per il fiume Adi­ge e dell’Alto Adri­ati­co, numerosi Con­sorzi di bonifi­ca, il Col­le­gio ingeg­neri di Venezia, Pado­va, Vicen­za e Verona. «Lo svilup­po del­la civiltà non può pre­scindere dall’equilibrata e comune evoluzione sia dell’uomo che dell’ambiente in cui vive», ha illus­tra­to Riondi­no. «Le final­ità di quel­lo che viene chiam­a­to “svilup­po sosteni­bile” sono stret­ta­mente con­nesse al con­cet­to di qual­ità del­la vita e alla sua con­cretiz­zazione attra­ver­so lo svilup­po e il sosteg­no delle attiv­ità umane». «L’ambiente», ha sot­to­lin­eato il coor­di­na­tore del con­veg­no, «ha, però, un sovrac­cari­co resid­uale di sfrut­ta­men­to e di degra­do che l’attuale soci­età sta fati­cosa­mente ridi­men­sio­n­an­do con strate­gie di mon­i­tor­ag­gio, inter­ven­ti di recu­pero». «Il con­veg­no si pro­pone di evi­den­ziare alcu­ni aspet­ti di queste prob­lem­atiche; e cercher­e­mo, al con­tem­po», con­clude Riondi­no, «di evi­den­ziare sig­ni­fica­tive e con­crete espe­rien­ze di mon­i­tor­ag­gio e intervento».