Nemmeno il tempo di finire la cerimonia di inaugurazione ieri pomeriggio a Sirmione presso il cantiere Bisoli che l’idroambulanza è stata chiamata al primo intervento di soccorso.

Ambulanza d’acqua subito al lavoro

04/08/2002 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Sirmione

Nem­meno il tem­po di finire la cer­i­mo­nia di inau­gu­razione ieri pomerig­gio a Sirmione pres­so il cantiere Bisoli che l’idroambulanza è sta­ta chia­ma­ta al pri­mo inter­ven­to di soc­cor­so. Un nav­i­gante su un moto­scafo si è sen­ti­to male al largo di Padenghe; l’allarme è sta­to subito gira­to all’idroambulamnza che ha rag­giun­to l’imbarcazione; a bor­do un car­di­ol­o­go il dot­tor Cur­nis del Civile di Bres­cia, uno degli ideatori del prog­et­to. Il paziente è sta­to rag­giun­to in un atti­mo, il medico gli ha presta­to le prime cure; nel frat­tem­po l’idroambulanza ha rag­giun­to la riva per il tras­bor­do su una nor­male ambu­lan­za e il ricovero a Desen­zano. L’idroambulanza è lun­ga 7 metri e larga 3, spin­ta da 2 motori da 80 cav­al­li cias­cuno. A bor­do tro­ver­an­no pos­to una dozzi­na tra som­moz­za­tori e per­son­ale san­i­tario. Ad orga­niz­zare ques­ta oper­azione è sta­ta la Cri Ital­iana, con la col­lab­o­razione del Comune e del­la cen­trale oper­a­ti­va 118. La nuo­va unità sarà in fun­zione, per ora, soltan­to nei giorni fes­tivi. L’idroam­bu­lan­za garan­tirà un soc­cor­so più imme­di­a­to che di altri mezzi.