Interventi per la 45 bis

ANAS nuovi appalti

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
g.p.

La notizia di fonte Anas, ma non è det­to che sia l’ultima, dice che la nuo­va statale 45 bis fino oltre i Tormi­ni, com­pre­si gli svin­coli per la Valsab­bia e per la statale 572 in direzione di Desen­zano, sarà aper­ta non saba­to pri­mo luglio, come prece­den­te­mente annun­ci­a­to, ma mart­edì 4 luglio. L’assessore provin­ciale ai lavori pub­bli­ci Mau­ro Paroli­ni l’ha rifer­i­to ieri in un incon­tro nel quale, pre­sen­ti anche il pres­i­dente del­la Comu­nità dell’Alto Gar­da avv. Bruno Faus­ti­ni e il capo dipar­ti­men­to dei lavori pub­bli­ci ing. Car­lo Fac­cin, sono sta­ti esam­i­nati altri pos­si­bili inter­ven­ti dell’ente strade. Il pri­mo si riferisce a lavori per 45 mil­iar­di per com­pletare il ter­zo lot­to, com­pre­sa la gal­le­ria di Sant’Anna: in sostan­za ver­reb­bero riqual­i­fi­cati una serie di acces­si a Salò real­iz­zan­do una cir­con­va­l­lazione inter­me­dia che, vedremo come, dalle Zette con­sente di arrivare sul­la stra­da alta in direzione di Gar­done. Del sec­on­do, che riguar­da la Garde­sana dopo Gargnano e pri­ma e dopo Limone, si par­la qui a lato. Paroli­ni, che per ovvie ragioni preferisce non met­tere la mano sul fuo­co su quan­to proviene dall’Anas, ha let­to un comu­ni­ca­to dell’ing. Costan­ti­ni, diret­tore cen­trale dell’Anas nel quale si affer­ma, a propos­i­to del ter­zo lot­to, che sono state atti­vate le pro­ce­dure pre­lim­i­nari agli appalti dei lavori. Quan­to ai tem­pi, non si sa ma cer­to si dovrà par­lare di alcu­ni mesi, se andrà bene. Se andran­no in por­to gli appalti, la via­bil­ità di acces­so a Salò dovrebbe miglio­rare con­sid­erevol­mente. Infat­ti si trat­terebbe di inter­venire a sud con il rifaci­men­to del­lo svin­co­lo delle Zette, la riqual­i­fi­cazione del­la roton­da di Cunet­tone e nel­la zona di via Zil­iani con il nuo­vo col­lega­men­to-svin­co­lo di Sant’Anna, parte in gal­le­ria, che sbucherebbe a Cam­pov­erde non lon­tano dal­la caser­ma dei e dal costru­en­do liceo sci­en­tifi­co. A ciò si dovrebbe aggiun­gere il miglio­ra­men­to del ponte ad arco di Vil­la di Salò. L’altra parte dei lavori si farebbe a nord di Salò, a com­in­cia­re dal­lo svin­co­lo di via del Poz­zo per con­sen­tire un nuo­vo ingres­so a Salò con il com­ple­ta­men­to del­la stra­da che dal vec­chio sta­dio por­ta alla Statale. Altro pun­to cru­ciale è in via Mor­tari. Lo svin­co­lo che qui ver­rebbe real­iz­za­to — come ha osser­va­to l’avv. Faus­ti­ni — è indis­pens­abile per­chè si pos­sa costru­ire l’autosilo da 350 posti macchi­na nell’ex Col­le­gio civi­co che il Comune ha già pre­vis­to. «Ma è tut­to l’insieme delle opere pre­viste dall’Anas che — aggiunge il pres­i­dente del­la Comu­nità dell’Alto Lago — con­sen­tirebbe a Salò di attuare il suo piano per il traf­fi­co urbano». Ci sarebbe dell’altro, sem­pre a nord, ma per ora res­ta sul­la car­ta. Inutile nascon­der­si — e l’assessore Paroli­ni lo ha fat­to capire — che sarebbe già un grande risul­ta­to rius­cire a con­durre in por­to questi inter­ven­ti da 45 mil­iar­di che sono finanziati con il vec­chio piano. Con il trat­to del­la gal­le­ria di Sant’Anna si salderebbe un sis­tema di col­lega­men­to che con­sen­tirebbe a chi proviene dal­la Statale 572 di aggi­rare il cen­tro di Salò sen­za per­cor­rere l’attuale tragit­to, molto più lun­go, fino ai Tormi­ni. Lo stes­so vale per il per­cor­so inver­so. Intan­to ben ven­ga l’apertura del­la nuo­va 45 bis con i tre svin­coli che con­sentono di super­are i Tormi­ni in tre diverse direzioni: per chi scende a Salò o pros­egue ver­so la Garde­sana, per chi è diret­to in Valsab­bia e per chi invece pun­ta ver­so Desen­zano con la Statale 572. L’Anas ha fis­sato la nuo­va aper­tu­ra — lo si è det­to all’inizio — a mart­edì 4 luglio, sal­vo impre­visti. Già si avverte che se con­tin­u­asse il bloc­co dell’autotrasporto, si potrebbe non fare in termpo per­chè mancherebbe alcu­ni pezzi di guard-rail. Non si vor­rebbe che fos­se l’ennesimo pretesto per ritar­dare la ria­per­tu­ra del­la stra­da men­tre la sta­gione tur­is­ti­ca è ormai entra­ta nel vivo e le cos­dse sono sem­pre più lunghe.

Parole chiave: