Concretizza l’iniziativa di ricordare l’impegno dell’Arma nei secoli l’Associazione Carabinieri di Desenzano in collaborazione con l’Arma in servizio e grazie al patrocinio delle Amministrazioni comunali di Desenzano, Pozzolengo e Sirmione.

Anche i Carabinieri avranno il loro monumento

16/06/2000 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Concretizza l’iniziativa di ricordare l’impegno dell’Arma nei secoli l’Associazione Carabinieri di Desenzano in collaborazione con l’Arma in servizio e grazie al patrocinio delle Amministrazioni comunali di Desenzano, Pozzolengo e Sirmione. Il progetto diventato ormai realtà, come i desenzanesi possono vedere in Piazza Garibaldi, sarà al centro di una solenne cerimonia di inaugurazione in calendario domenica 18 giugno a coronamento dell’impegno di tutti gli appartenenti all’Arma in congedo ed in servizio. La struttura immortala un carabiniere nella storica grande uniforme del 1848. La statua collocata su un piedistallo formato da tre blocchi di marmo rosa di Botticino è stata realizzata, con la tecnica della cerapersa, dalla fonderia d’arte Birman di Verona, dall’artista Angelo Agnini di Nove di Vicenza. Agnini è noto, tra l’altro, per aver scolpito la Porta santa della Basilica di San Pietro per il Giubileo del 2000. Alla manifestazione, in programma domenica 18 con inizio alle 9.30, sono stati invitati i vertici dell’Arma in servizio ed in congedo, autorità provinciali e locali, la cittadinanza che ha contribuito fattivamente alla realizzazione. Ciò è occasione per un raduno interprovinciale dell’Arma in congedo e, quale cornice per una più solenne e gioiosa riuscita della manifestazione, sono state invitate tutte le associazioni dei Carabinieri del Bresciano e delle province limitrofe.

Parole chiave:

Commenti

commenti