Frana, ci vorrà tempo per sistemare la strada

Ancora disagi per gli abitanti della Valvestino

07/02/2006 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Bruno Festa

Sono des­ti­nati a durare i dis­a­gi per gli abi­tan­ti di Valvesti­no e Mag­a­sa. La stra­da Provin­ciale n° 9, inter­rot­ta da una frana ven­erdì, è infat­ti rimas­ta chiusa per alcu­ni giorni. Tut­tavia, nonos­tante i lavori subito iniziati, il tran­si­to avviene a singhioz­zo e sot­to la vig­i­lan­za degli uomi­ni del­l’im­pre­sa. «Le pos­si­bil­ità di pas­sag­gio — dice il sin­da­co Ange­lo Andreoli — ci sono la mat­ti­na e la sera per alcune decine di minu­ti. Durante la gior­na­ta, quan­do qual­cuno intende tran­sitare, può far­lo solo se autor­iz­za­to e sot­to stret­ta vig­i­lan­za». Ques­ta sera i lavori prin­ci­pali potreb­bero essere con­clusi ma sola­mente da domani mat­ti­na sarà con­sen­ti­to il traf­fi­co alter­na­to, con la vig­i­lan­za di una per­sona. La notte, invece, la transen­na seg­nalerà l’im­pos­si­bil­ità di pas­sag­gio. L’ese­cuzione dei lavori è sta­ta ritar­da­ta dal­la con­sis­ten­za del­la parete di mon­tagna, meno sol­i­da di quan­to apparisse. Ieri in Valvesti­no è sal­i­to un tec­ni­co del­l’Al­to Adi­ge, che ha con­siglia­to la col­lo­cazione di una par­ti­co­lare rete per anco­rare il ter­reno. Il peri­co­lo, infat­ti, pare pro­prio provenire, con­tin­ua il sin­da­co «non tan­to dal pun­to in cui si è ver­i­fi­ca­ta la frana, quan­to da altri set­tori vici­ni a ris­chio». I guai per Valvesti­no, però, non si fer­mano qui. «Nel Con­siglio Comu­nale di saba­to scor­so ‑con­clude Andreoli- abbi­amo deciso di inoltrare una protes­ta all’As­mea per il fat­to che di recente nel­la frazione di Armo la cor­rente salta spes­so, cre­an­do incon­ve­ni­en­ti anche per i ripeti­tori dei tele­foni cel­lu­lari. Con tut­to quan­to ne con­segue, specie in caso di chia­mate urgen­ti. Situ­azione che appare anco­ra più grave dopo la frana».