Desenzano: il professionista-simbolo del bar Colomba ha trionfato su 130 concorrenti. Ha vinto il titolo-bis a Rimini

Andreis è il «Barman dell’anno»

Di Luca Delpozzo
e.d.

Pao­lo Andreis, che con il fratel­lo Car­lo gestisce il Bar Colom­ba di Desen­zano, ha fat­to il bis: è sta­to vota­to da una giuria «Bar­man dell’anno». L’ottava edi­zione di «Bar­man sen­za fron­tiere» si è svol­ta al Cen­tro Fiera di Rim­i­ni in occa­sione del Sia (la fiera delle attrez­za­ture alberghiere), cui han­no parte­ci­pa­to 130 pro­fes­sion­isti, bar­man e capo bar­man prove­ni­en­ti da tut­ta Italia. «Le prove da super­are sono state moltepli­ci — rac­con­ta Andreis -: caf­fet­te­ria, per­fezione nei dosag­gi degli aper­i­tivi, gara di long drinks e frozen drinks, spillatu­ra del­la bir­ra, pre­sen­tazione e dec­o­razione, stuzzi­chi­ni fan­ta­sia, frul­lati». Nell’ultima pro­va, quel­la di teo­ria, il con­cor­rente dove­va invece met­tere in risalto la sua preparazione nel­la ges­tione di meet­ing, con­ven­tion e par­ty. Alla fine Andreis è risul­ta­to pri­mo asso­lu­to. «Gareg­gia­re e con­frontar­mi mi è sem­pre piaci­u­to per­ché si impara­no i seg­reti anche degli altri con­cor­ren­ti che ti arric­chis­cono pro­fes­sion­al­mente. Le sfide mi esaltano per­ché ti ten­gono sem­pre al pas­so coi tem­pi. Essere sta­to riconosci­u­to il miglior bar­man dell’anno, per la sec­on­da vol­ta con­sec­u­ti­va, mi riem­pie di una grande gioia. Anco­ra oggi sten­to a cred­er­ci, tan­ta è la felic­ità per questo stu­pen­do risul­ta­to. Per la ver­ità, sper­a­vo di far bel­la figu­ra, per­ché questo lavoro mi piace e lo svol­go con pas­sione». E i risul­tati si vedono.