Sono oltre 1300 gli utenti che da inizio 2015 hanno richiesto informazioni al nuovo ufficio di promozione turistica e poco più di 13mila i visitatori di Rocca e Casa-museo della Fondazione Ugo Da Como, a cui si aggiungono i 25mila ospiti degli eventi di punta come “Fiori nella Rocca” e “Lonato in Festival”

Annata molto positiva per il turismo lonatese

29/09/2015 in Attualità
Di Luigi Del Pozzo

Il nuo­vo uffi­cio tur­is­ti­co di Lona­to del Gar­da rende noti i dati dei pri­mi nove mesi dell’anno, che ril­e­vano una prevalen­za di ospi­ti ital­iani sul ter­ri­to­rio e, tra gli stranieri, degli “affezionati” tedeschi. Sono state in tut­to 1305 le pre­sen­ze reg­is­trate dal nuo­vo uffi­cio tur­is­ti­co in piaz­za Mar­tiri del­la lib­ertà, dal pri­mo gen­naio 2015 al 20 set­tem­bre scor­so, con una par­ti­co­lare con­cen­trazione di richi­este infor­mazioni tra aprile e set­tem­bre. Il pic­co si è avu­to nel mese di agos­to, con 276 uten­ti, di cui 146 stranieri. Sul totale dei 1305 uten­ti entrati nell’ufficio sit­u­a­to sot­to il por­ti­co del munici­pio, 729 era­no ital­iani e 576 stranieri (di cui: 344 tedeschi, 128 ingle­si, 37 france­si, 24 olan­desi e 43 di altre nazion­al­ità). Tra le richi­este prevalen­ti: la map­pa del­la cit­tad­i­na e depli­ant sul lago, indi­cazioni per il cen­tro com­mer­ciale, infor­mazioni sui parcheg­gi, sui luoghi da vis­itare e i posti in cui man­gia­re.

A questi dati van­no aggiun­ti quel­li più che pos­i­tivi del­la : da inizio gen­naio al 20 set­tem­bre scor­so, sono oltre 13mila i vis­i­ta­tori di Roc­ca e Casa-Museo Ugo Da Como, a cui si aggiun­gono i 25mila ospi­ti degli even­ti di pun­ta del­la sta­gione come “Fiori nel­la Roc­ca” e “Lona­to in Fes­ti­val” e i vari even­ti a tema per i più pic­coli.

«Oltre ai dati dell’ufficio tur­is­ti­co – com­men­ta il sin­da­co – gli even­ti di rilie­vo orga­niz­za­ti in Roc­ca e nel­la nos­tra cit­tà han­no atti­ra­to numerose pre­sen­ze sul ter­ri­to­rio, in aumen­to rispet­to al 2014, e sem­pre più ospi­ti ital­iani e stranieri han­no potu­to apprez­zare le bellezze di Lona­to del Gar­da. Lo stes­so cam­pi­ona­to mon­di­ale di è sta­ta una vet­ri­na di eccel­len­za sporti­va che ha richiam­a­to oltre 800 atleti di 92 nazioni e 15 col­lega­men­ti tele­vi­sivi, a ben­efi­cio anche delle strut­ture ricettive del bas­so Gar­da. Il Comune di Lona­to da solo forse non farà numeri stra­or­di­nari, ma con­tribuisce senz’altro al baci­no di tur­isti del Gar­da».

La creazione e lo svilup­po del nuo­vo uffi­cio tur­is­ti­co era uno degli obi­et­tivi del più ampio prog­et­to di val­oriz­zazione del pat­ri­mo­nio cul­tur­ale, finanzi­a­to attra­ver­so un ban­do regionale, in vista di Expo 2015: “Lona­to del Gar­da: un bor­go da sco­prire. Nuove tec­nolo­gie e sis­te­mi inte­grati di accoglien­za tur­is­ti­ca”.

L’amministrazione comu­nale lonatese, per dare vita alla rete cul­tur­ale del­la cit­tà, ave­va siglato nel giug­no 2014 un accor­do con la Fon­dazione Ugo Da Como per la ges­tione inte­gra­ta, la val­oriz­zazione e la pro­mozione del pat­ri­mo­nio artis­ti­co-cul­tur­ale di Lona­to. Insieme, i due enti han­no mes­so a pun­to questo prog­et­to tur­is­ti­co per imple­mentare, con la col­lab­o­razione anche delle asso­ci­azioni, la ges­tione e l’apertura dei beni cul­tur­ali del­la cit­tà.

Negli ulti­mi anni la serie di man­i­fes­tazioni di liv­el­lo nazionale orga­niz­zate nel par­co del­la Roc­ca vis­con­tea dal­la Fon­dazione Ugo Da Como han­no con­tribuito a far conoscere mag­gior­mente Lona­to ai tur­isti, por­tan­do un notev­ole incre­men­to di pre­sen­ze sul ter­ri­to­rio. Pro­prio per questo era nec­es­sario dotare i mag­giori pun­ti di inter­esse cul­tur­ale di video-guide in lin­gua e di totem mul­ti­me­di­ali per offrire agli ospi­ti una visi­ta più appro­fon­di­ta e inter­at­ti­va.

Nel “pac­chet­to” di val­oriz­zazione tur­is­ti­ca mul­ti­me­di­ale rien­tra­no quin­di una serie di inizia­tive già real­iz­zate e in più lingue: l’installazione dei totem touch screen col­lo­cati sot­to il por­ti­co del palaz­zo comu­nale e pres­so il cen­tro com­mer­ciale , le audio guide a dis­po­sizione dei vis­i­ta­tori pres­so l’ufficio tur­is­ti­co, la nuo­va seg­nalet­i­ca stradale, l’ufficio stam­pa nazionale e il nuo­vo uffi­cio infor­mazioni tur­is­tiche, i cor­si di for­mazione per le guide che accom­pa­g­nano i tur­isti nei prin­ci­pali luoghi del cen­tro stori­co, la pro­mozione dei prin­ci­pali even­ti tramite i social e il nuo­vo sito tur­is­ti­co www.roccadilonato.it.

Il val­ore com­p­lessi­vo del prog­et­to pre­sen­ta­to dal Comune alla era di 60mila euro e il con­trib­u­to eco­nom­i­co regionale è sta­to pari a 30mila euro.