Nominato anche il componente bresciano del consiglio.

Approvato dall’Assembea della Catullo, a larghissima maggioranza, la proposta di aumento del capitale e il bilancio 2008

16/05/2009 in Attualità
Di Luca Delpozzo

a pro­pos­ta di aumen­to di cap­i­tale da 40 mil­ioni di euro pre­sen­ta­ta oggi all’assemblea degli azion­isti del­la Cat­ul­lo SpA, riu­ni­tasi sta­mat­ti­na all’hotel Verone­si La Torre di Dos­sobuono, ha ottenu­to l’approvazione di una larghissi­ma mag­gio­ran­za di soci. L’operazione, che dovrà real­iz­zarsi in quat­tro tranch­es entro il 2012, è final­iz­za­ta a far fronte agli impeg­ni pre­visti dal piano di inves­ti­men­ti per i prossi­mi anni, in sup­por­to ai pre­visti liv­el­li di aut­o­fi­nanzi­a­men­to del­la soci­età e ad un piano di finanzi­a­men­to ban­car­io a medio/lungo termine.“Il con­sen­so gen­erale ottenu­to oggi dal­la pro­pos­ta di aumen­to di cap­i­tale è sca­tu­ri­ta da un impor­tante attiv­ità di relazione svol­ta nei mesi scor­si nei con­fron­ti dei soci, gra­zie alla quale gli azion­isti han­no com­pre­so la valid­ità del piano strate­gi­co che con­sen­tirà alla nos­tra soci­età di attuare una prog­et­tual­ità di lun­go peri­o­do con la quale sare­mo in gra­do di affrontare le sfide del mer­ca­to e perseguire obi­et­tivi ambiziosi” ha dichiara­to al ter­mine del­la riu­nione Fabio Bor­to­lazzi, pres­i­dente del­la Cat­ul­lo SpA. “Questo impor­tante risul­ta­to tro­va pronta la strut­tura del­la soci­età sul­la quale è sta­ta attua­ta una pro­fon­da rior­ga­niz­zazione inter­na met­ten­dola in con­dizione ora di affrontare nuove sfide di svilup­po con alta rapid­ità deci­sion­ale e mag­giore atten­zione al rap­por­to costi/benefici”.L’assemblea degli azion­isti, ha inoltre approva­to all’unanimità il bilan­cio di eser­cizio 2008 che si è chiu­so con un val­ore del­la pro­duzione di € 61.690.996 e una perdi­ta di € 5.834.713 rispet­to alla perdi­ta del­lo scor­so anno pari a € 1.745.842, real­iz­za­ta però in pre­sen­za di una situ­azione di cresci­ta del 17% del traf­fi­co passeg­geri sul­lo sca­lo, con­tro un calo di traf­fi­co del 3% nel 2008 (3 mil­ioni 402 mila i passeg­geri del 2008 con­tro i 3 mil­ioni 510 mila del 2007).“L’intervento attua­to sul­la strut­tura orga­niz­za­ti­va del­la soci­età – ha com­men­ta­to Bor­to­lazzi – ci ha con­sen­ti­to di ottenere un mag­giore effi­cien­ta­men­to e con­tenere le perdite che altri­men­ti, con la con­trazione dei flus­si tur­is­ti­ci su scala inter­nazionale e la con­seguente dimin­uzione di passeg­geri, sareb­bero state ben più pesanti”.Va seg­nala­to che sul risul­ta­to di eser­cizio han­no inciso a diver­so tito­lo gli accan­ton­a­men­ti stra­or­di­nari a fon­do rischi sui cred­i­ti legati ad alcune com­pag­nie aeree, la sva­l­u­tazione del­la parte­ci­pazione nel­la con­trol­la­ta D’Annunzio SpA per oltre quat­tro mil­ioni di euro oltre ad una serie di oneri impro­pri rel­a­tivi alla manuten­zione degli impianti di pista pre­sen­ti su entram­bi gli scali e alla per­sis­tente situ­azione di incertez­za a liv­el­lo tariffario.L’assemblea, nel­la sedu­ta odier­na ha inoltre nom­i­na­to un nuo­vo mem­bro del con­siglio in sos­ti­tuzione dell’On. Mol­go­ra, dimis­sion­ario dopo l’elezione in par­la­men­to. Il nuo­vo ammin­is­tra­tore, indi­ca­to dai soci bres­ciani, è Gior­gio Bon­tem­pi, com­mer­cial­ista, sin­da­co di Agnosie (BS).