Provincia di Brescia e Agenzia Territoriale Riviera del Garda hanno raggiunto un ulteriore traguardo

Approvato il nuovo sistema turistico Riviera del Garda Bresciano

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Il risul­ta­to, ottenu­to dopo mesi di inten­so lavoro e di con­tat­ti svilup­pati in sin­er­gia tra Asses­so­ra­to al Tur­is­mo del­la Provin­cia di Bres­cia, ente capofi­la del Sis­tema, e  Agen­zia Ter­ri­to­ri­ale Riv­iera del Gar­da, sogget­to coor­di­na­tore, pre­mia le prog­et­tual­ità del nuo­vo pro­gram­ma tur­is­ti­co tri­en­nale che ha  vis­to l’AGT Riv­iera del Gar­da impeg­na­ta in un’approfondita anal­isi del ter­ri­to­rio iner­ente aspet­ti sociali, eco­nomi­ci, stori­co-eografi­ci e tur­is­ti­ci e nell’analisi dei pun­ti di forza e debolez­za delle varie risorse garde­sane.  Le strate­gie di sis­tema, per un ammontare com­p­lessi­vo di 76 prog­et­tual­ità ed un impor­to pari ad Euro 65.866.747, sono state elab­o­rate dopo aver orga­niz­za­to tavoli di lavoro tem­ati­ci che han­no coin­volto diver­si sogget­ti del ter­ri­to­rio sia pub­bli­ci che pri­vati.  Il piano tur­is­ti­co indi­vid­u­a­to prevede cinque assi di inter­ven­to legati a: — pro­mozione e tutela delle risorse cul­tur­ali, nat­u­rali ed nogas­tro­nomiche; — val­oriz­zazione dell’entroterra garde­sano, quale risor­sa com­ple­mentare al lago nei peri­o­di di alta sta­gione e come attrat­tore nel peri­o­do inver­nale; — incre­men­to del­la qual­ità dell’accoglienza e del­la comu­ni­cazione.  Pun­ti di forza del Sis­tema sono la sosteni­bil­ità e la desta­gion­al­iz­zazione del­la prat­i­ca tur­is­ti­ca indi­vid­uan­do nuove forme di fruizione con­sapev­ole del ter­ri­to­rio. Nel piano sono, inoltre, sta­ti inser­i­ti anche moltepli­ci indi­ci di mon­i­tor­ag­gio per ver­i­fi­care, peri­odica­mente, l’efficacia delle strate­gie pro­poste e la capac­ità di cari­co a più liv­el­li del ter­ri­to­rio.  Si trat­ta di un innega­bile com­ple­ta­men­to dell’offerta e dell’immagine pro­mozionale del Lago di Gar­da che segue la log­i­ca del mar­ket­ing ter­ri­to­ri­ale e delle più attuali ten­den­ze del mer­ca­to, ottenu­to con la  col­lab­o­razione degli Enti Ter­ri­to­ri­ali. “Molti gli enti pub­bli­ci e i sogget­ti pri­vati che han­no ader­i­to al Sis­tema Tur­is­ti­co cre­den­do —  come sot­to­lin­ea il Pres­i­dente, On. Mol­go­ra — in una realtà che, sec­on­do la nor­ma­ti­va regionale, ha pro­prio il van­tag­gio di pot­er per­me­t­tere a tut­ti di parte­ci­pare alla definizione delle politiche tur­is­tiche locali”. E’ bene, infat­ti, ricor­dare che la vigente leg­is­lazione in mate­ria, seguen­do il cri­te­rio del­la sus­sidia­ri­età, deman­da alla Provin­cia l’individuazione delle linee di ind­i­riz­zo del­la polit­i­ca tur­is­ti­ca attua­ta prin­ci­pal­mente attra­ver­so i Sis­te­mi Tur­is­ti­ci. Gli stes­si preve­dono, obbli­ga­to­ri­a­mente, che il loro riconosci­men­to da parte del­la Regione, ai fini del trasfer­i­men­to delle risorse finanziarie, avven­ga  d’intesa con la Provin­cia di com­pe­ten­za.  E’ all’interno di questo quadro nor­ma­ti­vo che la Provin­cia riconosce l’Agenzia Ter­ri­to­ri­ale per il Tur­is­mo quale uni­co sogget­to nel quale far con­verg­ere le volon­tà e le risorse degli Enti Locali, delle forme asso­ciate e pri­vate del­la polit­i­ca tur­is­ti­ca oper­an­ti nel ter­ri­to­rio, in un’ottica di col­lab­o­razione vol­ta a facil­itare il reper­i­men­to di fon­di e finanzi­a­men­ti.  La cor­ret­ta appli­cazione delle  linee gui­da region­ali, attra­ver­so la strate­gia sin­er­gi­ca mes­sa in cam­po dal­la Provin­cia di Bres­cia e dall’Agenzia Ter­ri­to­ri­ale per il Tur­is­mo Riv­iera del Gar­da, ha pre­mi­a­to i part­ner del nuo­vo pro­gram­ma di svilup­po tur­is­ti­co tri­en­nale   che  è sta­to pos­i­ti­va­mente val­u­ta­to dalle Direzioni Gen­er­ali Tur­is­mo, Ambi­ente, Urban­is­ti­ca  e Ter­ri­to­rio del­la e da Ersaf per quan­to con­cerne la Val­u­tazione Ambi­en­tale Strate­gi­ca. Il Sis­tema Tur­is­ti­co Riv­iera del Gar­da Bres­ciano  apre una nuo­va sta­gione di gran­di inves­ti­men­ti  indi­vid­uati con par­ti­co­lare sen­si­bil­ità ver­so l’ambiente ed il territorio. 

Parole chiave: