E’ stata inaugurata nella giornata del 2 giugno a Padenghe la nuova sede del Consorzio Garda Classico: verrà ospitata, nel centro storico della cittadina, e diverrà centro di rappresentanza e promozione della produzione vitivinicola del territorio.

Apre a Padenghe sul Garda la nuova sede del Consorzio Garda Classio

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo

Il Con­sorzio Gar­da Clas­si­co ha una nuo­va casa nel cuore del­la Valtè­ne­si: mart­edì 2 giug­no è sta­ta infat­ti inau­gu­ra­ta a Padenghe sul Gar­da (Bs) la nuo­va sede isti­tuzionale del Con­sorzio, che l’amministrazione del comune ha volu­to ospitare nell’antico palaz­zo che è sta­to per decen­ni la sede del­la munic­i­pal­ità in Piaz­za Gia­co­mo Mat­teot­ti, restau­ra­to per l’occasione. Alla cer­i­mo­nia inau­gu­rale era­no pre­sen­ti il sin­da­co di Padenghe, Gian­car­lo Alle­gri, e l’assessore all’ambiente del­la Provin­cia di Bres­cia, Enri­co Mat­tin­zoli. La sede, all’interno del­la quale un prezioso e gigan­tesco orolo­gio di inizio ‘900 scoc­ca le ore met­ten­do in evi­den­za al vis­i­ta­tore ingeg­nosi mec­ca­n­is­mi, è sta­ta mes­sa a dis­po­sizione gra­tuita­mente dal Comune di Padenghe per cinque anni, e ques­ta scelta è sicu­ra­mente indica­ti­va del­la cresci­ta di sen­si­bil­ità delle ammin­is­trazioni locali del­la Valtè­ne­si non solo nei con­fron­ti del com­par­to agri­co­lo, ma anche ver­so le pro­duzioni tipiche garde­sane, che rap­p­re­sen­tano ormai un vei­co­lo di pri­maria impor­tan­za per la pro­mozione tur­is­ti­ca inte­gra­ta del territorio.E al ter­ri­to­rio del­la Valtè­ne­si il Con­sorzio ha volu­to anche con ques­ta scelta indis­sol­u­bil­mente legar­si, in lin­ea con le indi­cazioni pro­gram­matiche del prog­et­to pluri­en­nale di ripo­sizion­a­men­to e piani­fi­cazione strate­gi­ca (denom­i­na­to “Il vit­ig­no ed il ter­ri­to­rio”) adot­ta­to a fine 2007.Vitigno il Grop­pel­lo, Valtè­ne­si il ter­ri­to­rio, un binomio essen­ziale e trainante in un con­testo, quel­lo vitivini­co­lo garde­sano, che vede nei vini rossi del­la Valtè­ne­si e nel i pun­ti di rifer­i­men­to di una strate­gia che mostra dati in cresci­ta a due cifre.L’inaugurazione di una sede ter­ri­to­ri­ale era uno dei tra­guar­di pre­fis­sati nel pro­gram­ma tri­en­nale del nuo­vo Cda del Con­sorzio, pre­siedu­to da con i vice Cristi­na Ingan­ni e Gio­van­ni Avanzi: un organ­is­mo in con­tin­ua cresci­ta, che rap­p­re­sen­ta oggi oltre 100 pro­dut­tori, tra cui 50 can­tine imbot­tigli­atri­ci, pari all’80% cir­ca del­la pro­duzione vitivini­co­la totale del­la riv­iera bres­ciana del Gar­da, e che tutela anche le pro­duzioni del­la pic­co­la ma pres­ti­giosa Doc San Mar­ti­no del­la Battaglia oltre a quelle dell’Indicazione Geografi­ca Tipi­ca “Bena­co Bresciano”.“La nuo­va sede avrà inizial­mente soprat­tut­to una fun­zione di rap­p­re­sen­tan­za – ha spie­ga­to il pres­i­dente Bonomo-. Nel breve vol­gere di pochi mesi diver­rà sem­pre più oper­a­ti­va, anche in con­sid­er­azione dell’incarico di vig­i­lan­za e con­trol­lo Erga Omnes affida­to al Con­sorzio dal Min­is­tero per le politiche agri­cole. Qui oltre a luo­go di incon­tro dei pro­dut­tori, ver­ran­no rice­vu­ti gli ospi­ti, i gior­nal­isti, ver­ran­no effet­tuate degus­tazioni tec­niche: la sede sarà inoltre anche a servizio degli asso­ciati”.

Parole chiave: -