Un giorno di attività sperimentali

Archeologia

22/10/2004 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Annamaria Schiano

L’associazione arche­o­log­i­ca cavaionese ha orga­niz­za­to per domeni­ca la sec­on­da gior­na­ta arche­o­log­i­ca. Durante tut­ta la man­i­fes­tazione sarà aper­to il arche­o­logi­co, mat­ti­no e pomerig­gio, con in parten­za alle 9 e alle 15.30. Nel cor­so del­la gior­na­ta, il pro­fes­sor Arturo Clementel ter­rà un lab­o­ra­to­rio di arche­olo­gia sper­i­men­tale, con dimostrazioni prati­co-sper­i­men­tali su diver­si mate­ri­ali, pro­po­nen­do la scheg­giatu­ra, la ceram­i­ca, la pit­tura pari­etale con ocre e car­bon­ci­no. Il lab­o­ra­to­rio sper­i­men­tale si svol­gerà nel­la sala a vol­ta, in Corte Tor­co­lo, dalle 10.30 alle 12 e dalle 15 alle 17. In sala con­sil­iare, nel palaz­zo munic­i­pale, dalle 10 alle 11.15 si svol­gerà un con­veg­no illus­tra­ti­vo su «La bas­tia di San Michele: ulti­mi ritrova­men­ti», con rela­tore il dot­tor Alber­to Mani­car­di. La parte­ci­pazione a tutte le inizia­tive è lib­era e gra­tui­ta. Il pres­i­dente dell’associazione arche­o­log­i­ca cavaionese, Mario Parolot­ti, spie­ga: «Ques­ta gior­na­ta è il sec­on­do appun­ta­men­to dell’anno. La pri­ma man­i­fes­tazione si è svol­ta in mag­gio e vis­to il suc­ces­so che ha ottenu­to, abbi­amo deciso di ripeter­la. Già nel­la pri­ma gior­na­ta i bam­bi­ni si sono diver­ti­ti moltissi­mo a fare dei dis­eg­ni uti­liz­zan­do car­bonci­ni a col­ori nat­u­rali per sim­u­la­re le pit­ture rupestri».

Parole chiave: