A Manerba del Garda dal 10 al 18 agosto 2007

Armonie sotto la Rocca: 11a edizione

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Un’estate den­sa di appun­ta­men­ti quel­la pro­gram­ma­ta dal­la Pro Loco di Maner­ba del Gar­da per ques­ta sta­gione esti­va 2007. Un cal­en­dario redat­to con grande atten­zione per sod­dis­fare la mag­gior parte delle aspet­ta­tive del foltissi­mo pub­bli­co che, ogni anno, affol­la ques­ta local­ità tur­is­ti­ca garde­sana. Un impeg­no cer­ta­mente non fra i più facili quel­lo del con­siglio diret­ti­vo del­la Pro Loco, pre­siedu­to da Ste­fano Pola­to e che gode il pieno appog­gio dell’Amministrazione Comu­nale. Man­i­fes­tazioni di vario genere che spaziano nelle varie local­ità più carat­ter­is­tiche del ter­ri­to­rio manerbese, l cen­tro stori­co di Solaro­lo e quel­lo di Mon­tinelle, la Pieve con la nuo­va Piaz­za Sil­via che si pres­ta a spet­ta­coli e man­i­fes­tazioni di vario genere. E poi Dusano con i prossi­mi “Cap­puc­ci­no ben tem­per­a­to” nell’ambito di “Armonie sot­to la Roc­ca” il Fes­ti­val che quest’anno com­pie 11 anni. E pro­prio questo even­to sarà anco­ra una vol­ta il clou di ques­ta “Estate aper­ta a Maner­ba” che ter­rà ban­co dal 10 al 18 agos­to prossi­mo. Un pro­gram­ma, quel­lo prepara­to dal diret­tore artis­ti­co Daniele Alber­ti, manerbese e grande pro­fes­sion­ista con fama pianis­ti­ca in tut­to il mon­do. Sem­pre è rius­ci­to, a volte anche nel­la indif­feren­za, o dif­fi­den­za, di alcu­ni a portare a Maner­ba e din­torni (comu­ni lim­itrofi) per­son­ag­gi di spic­co inter­nazionale. Per­son­ag­gi e orchestre bal­sonate che han­no dato un toc­co di clas­si­cis­mo deg­no di piazze, o teatri, ben più bla­sonate a Maner­ba ma anche al . E anche quest’anno Alber­ti non mancherà di sor­pren­dere con gran­di artisti come, ad esem­pio il grande pianista Boris Petrushan­sky che col Quar­to di Beethoven aprirà ques­ta edi­zione del fes­ti­val. Ogni gior­na­ta si aprirà alle 9:30 al por­to di Dusano con “Capuc­ci­no ben tem­per­a­to”, un per­cor­so tra let­ter­atu­ra e musi­ca, gra­zie alle sug­ges­tioni evo­cate dal gior­nal­ista Fabio Laro­vere, l’at­tore Luciano Bertoli e il pianista Cyrille Lehn. Nat­u­ral­mente in com­pag­nia di cor­net­to e cap­puc­ci­no. Poi in ser­a­ta tut­ti al Palaz­zot­to del­lo Sport che quest’anno fungerà da sede uni­ca per tutte le ser­ate del Fes­ti­val. “Boris Petrushan­sky nasce a Mosca nel 1949. Nel 1964 il quindi­cenne pianista – nar­ra la sua biografia trat­ta dal sito dell’Associazione Sol­dano – incon­tra uno dei più gran­di musicisti dei nos­tri tem­pi, Hein­rich Neuhaus, e diven­ta il suo ulti­mo allie­vo. Quei non molti mesi trascor­si nel­la classe di Neuhaus (il mae­stro mori nell’ottobre del 1964) sono sta­ti deter­mi­nan­ti sot­to molti aspet­ti per tut­to il suc­ces­si­vo svilup­po del gio­vane artista”. Novità per quest’anno sarà il paga­men­to di un bigli­et­to (5–10 Euro) d’ingresso per la ser­a­ta inau­gu­rale e quel­la con­clu­si­va, con l’Orchestra Cam­er­a­ta di Berli­no e la pianista Tatiana Cher­nic­ka. Tut­ti gli altri appun­ta­men­ti avran­no ingres­so libero e con inizio alle ore 21.15. Molti, come si dice­va, gli appun­ta­men­ti di vario genere il cui cal­en­dario appare qui a fian­co. Da ricor­dare il grande suc­ces­so ottenu­to la scor­sa set­ti­mana dal “Gala del­la Musi­ca” con una grande parte­ci­pazione di pub­bli­co che ha indot­to gli orga­niz­za­tori, Pro Loco e il diret­tore artis­ti­co del­la man­i­fes­tazione Pao­lo Cicu­ta con la “Music Asso­ci­a­tion Fes­ti­val di Ghe­di” ad avviare i con­tat­ti in pre­vi­sione del­la sec­on­da edi­zione gia fis­sa­ta per l’estate 2008

Parole chiave: