Proseguono le operazioni di disamina dei progetti per la liquidazione dei contributi per gli interventi di «priorità 1». Sono 19 i beneficiari che hanno ottenuto il saldo per la conclusione dei lavori di ricostruzione

Arrivano 330 mila euro a favore dei terremotati

24/08/2005 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Mario Mattei

Anche in questi giorni d’agosto a Bres­cia la task force del Com­mis­sario del­e­ga­to per gli inter­ven­ti a favore dei cit­ta­di­ni e dei comu­ni col­pi­ti dal ter­re­mo­to del 24 novem­bre 2004, pros­egue la pro­pria attiv­ità sen­za sos­ta. In par­ti­co­lare, per garan­tire in tem­pi bre­vi la ricostruzione e il rien­tro alla nor­mal­ità, si pros­egue nell’esame dei prog­et­ti per la tem­pes­ti­va liq­uidazione dei con­tribu­ti des­ti­nati agli inter­ven­ti sug­li edi­fi­ci pri­vati uti­liz­za­ti come abitazione prin­ci­pale (pri­or­ità 1). Nell’ultima riu­nione pri­ma delle vacanze era­no sta­ti «aggius­ta­ti» al 30 set­tem­bre i ter­mi­ni del­la pro­ro­ga, e da tutte le par­ti in causa era sta­ta aus­pi­ca­ta una velo­ciz­zazione nell’istruttoria delle pratiche. Il lavoro è anco­ra lun­go, ma si com­in­ciano a muo­vere i pri­mi step sig­ni­fica­tivi. Nelle due set­ti­mane di Fer­ragos­to, sul­la base delle comu­ni­cazioni dei Comu­ni inter­es­sati, il sogget­to attua­tore ha emes­so 33 ordi­nanze a favore di altret­tante famiglie (per un impor­to totale di cir­ca 330 mila euro), ordi­nanze che si aggiun­gono alle 32 già fir­mate i pri­mi giorni del mese. Ad oggi quin­di l’importo com­p­lessi­vo liq­uida­to per ques­ta tipolo­gia di inter­ven­ti ammon­ta a 615.358,70 euro a favore di 65 sogget­ti ben­e­fi­cia­ri. Di questi, 39 sogget­ti han­no avu­to il pri­mo accon­to del 40%; 7 ben­e­fi­cia­ri han­no rice­vu­to già anche il sec­on­do accon­to che cor­risponde al 70% del con­trib­u­to approva­to; 19 sono invece i ben­e­fi­cia­ri che, aven­do con­clu­so i lavori, han­no rice­vu­to addirit­tura il sal­do, e che quin­di han­no avu­to il rim­bor­so totale. I comu­ni inter­es­sati da questi paga­men­ti sono Vobarno (24 ordi­nanze), Gar­done Riv­iera (18), Salò (12), Sab­bio Chiese (6), Roè Vol­ciano (2), Agno­sine, Barghe e Lumez­zane con 1. La Ban­ca d’Italia provved­erà in pochi giorni a trasferire i fon­di ai comu­ni che, a loro vol­ta, li liq­uider­an­no ai cit­ta­di­ni ben­e­fi­cia­ri. E nei pri­mi giorni di set­tem­bre il com­mis­sario Busce­mi sarà nuo­va­mente a Bres­cia per fare il pun­to del­la situazione.