L’abituale incontro con gli associati si terrà domani nei padiglioni di Aliment & Attrezzature. Torna l’appuntamento con il Capodanno del ristoratore

Arthob, un «cenone» col botto

18/01/2004 in Attualità
Di Luca Delpozzo

Per l’Arthob (Asso­ci­azione ris­toran­ti trat­to­rie hostarie bres­ciane) si rin­no­va l’appuntamento con l’abituale incon­tro con tut­ti gli asso­ciati, noto come “Il del ris­tora­tore”, si ter­rà nei padiglioni di Aliment&attrezzature, all’in­ter­no del­la Piaz­za del­la Provin­cia, nel­lo spazio ris­torazione apposi­ta­mente allesti­to e di alto liv­el­lo, nel­la ser­a­ta di domani, lunedì 19 gen­naio. Una notizia di grande spes­sore che con­fer­ma come il mon­do del­la ris­torazione sia par­ti­co­lar­mente atten­to e vici­no alla man­i­fes­tazione cre­a­ta da Staff Ser­vice e ripro­pon­ga per la sec­on­da vol­ta l’im­por­tante appun­ta­men­to. Il “capo­dan­no del ris­tora­tore”, quin­di, si ricon­fer­ma even­to nell’evento, a con­sol­i­dare anco­ra di più i val­ori del­la rasseg­na per l’Agroalimentare, che vede riu­ni­ti sot­to i padiglioni del ele­men­ti di indub­bio val­ore. Nata come stru­men­to per portare all’at­ten­zione di tut­ti le prob­lem­atiche, le pro­poste, le idee del­la ris­torazione di casa nos­tra, l’Arthob van­ta da più di vent’anni una posizione di indis­cus­sa nell’ambito dell’enogastronomia provin­ciale. Nel cor­so degli anni è divenu­ta sem­pre più un pun­to di rifer­i­men­to fon­da­men­tale per tut­ti col­oro che, per pro­fes­sione, inter­esse o sem­plice curiosità, vogliono avvic­i­nar­si al mon­do dei , dei piat­ti, dei sapori del­la provin­cia di Bres­cia. Come asso­ci­azione pro­fes­sion­ale, l’at­tiv­ità del­l’Arthob si con­cretiz­za in incon­tri di aggior­na­men­to speci­fi­co, con cor­si di tec­ni­ca di servizio, cuci­na, pre­sen­tazione e in attiv­ità di assis­ten­za per i tito­lari delle aziende di ris­torazione, in cam­po buro­crati­co, legale e tec­ni­co, attra­ver­so incon­tri e tav­ole rotonde, con inter­ven­to di pro­fes­sion­isti nei vari campi di inter­esse, tra cui avvo­cati, com­mer­cial­isti, con­sulen­ti, igien­isti e quan­t’al­tro, il tut­to a tito­lo asso­lu­ta­mente gra­tu­ito. Sot­to il pro­fi­lo delle attiv­ità di pro­mozione del­l’enogas­trono­mia bres­ciana, l’Arthob si è sem­pre dis­tin­ta per la sua capac­ità di fare da tramite tra il mon­do isti­tuzionale e il mon­do dei con­suma­tori, facen­do conoscere meglio a chi nei ris­toran­ti , che cosa suc­cede oltre la por­ta del­la cuci­na. Con le isti­tuzioni politiche provin­ciali il rap­por­to è stret­to, con­fer­ma­to dal­la pre­sen­za del­l’as­so­ci­azione nelle più impor­tan­ti rasseg­ne enogas­tro­nomiche, con man­sioni orga­niz­za­tive e di sup­por­to, e soprat­tut­to l’at­tiv­ità di orga­niz­zazione dei cor­si, riv­olti ad ama­tori e sem­pli­ci appas­sion­ati, che spaziano dal­la cuci­na, nelle sue varie sfu­ma­ture, alla pre­sen­tazione e alla scelta delle materie prime, alla conoscen­za delle risorse del ter­ri­to­rio. Annual­mente l’Arthob real­iz­za delle “Guide alla ris­torazione bres­ciana”, che han­no come carat­ter­is­ti­ca di fon­do quel­la di ren­der­si utile come preziosità di indi­cazioni, rel­a­ti­va­mente alla qual­i­fi­cazione del­la cuci­na bres­ciana. Lo scopo che si pre­figge è quel­lo di far conoscere nel­la gius­ta misura la ris­torazione di casa nos­tra. Per ques­ta ragione va riconosci­u­to il mer­i­to di saper richia­mare inter­esse, nonchè di fornire un quadro ampio ed esauri­ente delle capac­ità ricettive del­la nos­tra provin­cia, dal pun­to di vista del man­giar bene, abbinan­do qual­ità al gius­to prez­zo. Una vera e pro­pria map­pa del­la ris­torazione, che pilota il let­tore lun­go un itin­er­ario di ris­toran­ti, trat­to­rie, hos­terie, di cit­tà e provin­cia. Ambi­en­ti per ogni gus­to e per ogni tas­ca, indis­pens­abile com­ple­ta­mente per col­oro che, in visi­ta alle nos­tre zone, cer­ta­mente trovano il piacere di sostarvi, dopo aver ammi­ra­to le molte attrat­tive che la nos­tra ter­ra offre copiose sot­to il pro­fi­lo del­la valid­ità storico-culturale.