Sono 15, compresa quella ospedaliera, le aziende convenzionate con la nuova struttura L’orario flessibile risulta particolarmente utile ai genitori lavoratori

Asilo nido «serale», l’idea piace

Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

Anche l’azienda ospedaliera di Desen­zano figu­ra fra le quindi­ci «realtà» che si sono con­ven­zion­ate con il Comune per usufruire dei servizi dell’asilo nido di via Pescàla. L’intesa per­me­tte ai figli dei dipen­den­ti delle aziende di fre­quentare la strut­tura infan­tile che come pre­vis­to ha inizia­to l’attività lo scor­so pri­mo set­tem­bre. «Si trat­ta di un’iniziativa impor­tante per una cit­tà este­sa e popolosa come Desen­zano — spie­gano alla Coop­er­a­ti­va “Ele­fan­ti volan­ti” che gestisce l’asi­lo per con­to del Comune — la rispos­ta delle aziende è sta­ta imme­di­a­ta, ma va sot­to­lin­ea­ta la felice intu­izione del­l’am­min­is­trazione comu­nale che ha saputo cogliere al volo e con­cretiz­zare l’opportunità». Da pochi giorni, dunque, molti gen­i­tori han­no potu­to risol­vere il prob­le­ma lega­to all’affidamento dei figli da 0 a 3 anni durante l’orario di lavoro. La famiglie pos­sono con­tare su una strut­tura qual­i­fi­ca­ta e dota­ta di ogni com­fort come quel­la aper­ta al quartiere Vic­i­na. Sedi­ci i pic­coli ospi­ti dell’asilo. A questi si devono aggiun­gere gli altri che risiedono nel ter­ri­to­rio per un totale di 30 pic­coli uten­ti. L’asilo delle Vic­i­na, però, com­p­lessi­va­mente ne accoglie una ses­san­ti­na con­sid­er­a­to che da alcu­ni anni è già in fun­zione l’al­tra ala del­lo sta­bile. La coop­er­a­ti­va bres­ciana, fon­da­ta nel 1993, è par­ti­co­lar­mente atti­va nei servizi socio-assis­ten­ziali, soprat­tut­to asili mater­ni. Il servizio offer­to dal nido azien­dale è par­ti­co­lar­mente flessibile con­sid­er­a­to che sono pre­visti infat­ti tre turni: dalle 7.30 alle 18, dalle 5.30 alle 14.30 e dalle 13.30 alle 22.30. Oltre ai bam­bi­ni di età supe­ri­ore all’an­no è sta­ta pre­vista l’at­ti­vazione di una sezione lat­tan­ti. La ret­ta di fre­quen­za ver­rà cal­co­la­ta in base ai cri­teri in vig­ore nei due altri nidi tradizion­ali del Comune di Desen­zano, sen­za ulte­ri­ori aggravi per le famiglie anche per l’even­tuale fre­quen­za nel­l’o­rario not­turno. Tut­tavia, per gli iscrit­ti non res­i­den­ti la ret­ta men­sile pre­vista è quel­la mas­si­ma, cioè 738 euro. La strut­tura infan­tile di via Pescàla rap­p­re­sen­ta una novità asso­lu­ta per la cit­tà garde­sana, per­ché fino­ra gli asili esisten­ti sul ter­ri­to­rio era­no tut­ti orga­niz­za­ti sec­on­do orari e mod­el­li tradizion­ali che sod­dis­fano solo in parte le richi­este delle famiglie dei lavo­ra­tori delle aziende. L’am­mis­sione dei pic­coli al nido è avvenu­ta attra­ver­so una grad­u­a­to­ria che ha tenu­to con­to di alcu­ni cri­teri: pri­or­ità ai cit­ta­di­ni res­i­den­ti a Desen­zano, pri­or­ità in base al com­pi­men­to di età che rende pos­si­bile l’in­ser­i­men­to del bam­bi­no al nido, in base alla data di sot­to­scrizione del­la con­ven­zione con l’azien­da, eccetera. Inoltre, il nido sarà aper­to tut­to l’an­no, anche nel mese di agosto.

Nessun Tag Trovato

Commenti

commenti