Alla serata ideata dall’arma aeronautica anche la prova con la macchina della verità

Asparagi in tavola tra cucina d’élite e virtù afrodisiache

Di Luca Delpozzo
Massimo Zuccotti

Sulle tav­ole imban­dite c’è il boom degli aspara­gi, piat­to tipi­co del­la cuci­na d’élite. Questo dato non è sfug­gi­to ai soci dell’associazione arma aero­nau­ti­ca di Peschiera, i quali han­no deciso di ren­dere un omag­gio all’asparago, orga­niz­zan­do per ven­erdì una ser­a­ta a tema. Il sim­po­sio culi­nario, aper­to a tut­ti, si ter­rà al ris­torante Al Fiore. Vi sarà all’inizio una curiosa pre­fazione stori­co-culi­nar­ia, gra­zie alla quale sarà pos­si­bile conoscere l’importanza dell’asparago nel cor­so dei sec­oli: dall’uso che ne face­vano gli egiziani, alla ven­er­azione nell’antica Gre­cia fino ad appro­dare all’Impero romano. Per i figli del­la lupa, pare che si trat­tasse addirit­tura di un cibo afro­disi­a­co. Sull’onda di ques­ta anno­tazione, alla teo­ria seguirà la prat­i­ca: ver­rà servi­ta una cena con menù intera­mente a base di aspara­gi. Le ipotetiche poten­zial­ità afro­disi­ache saran­no poi messe alla pro­va con un finale di ser­a­ta all’insegna del diver­ti­men­to. For­ti del­la scuo­la amer­i­cana, gli avi­a­tori si sono fat­ti prestare da un lab­o­ra­to­rio di ricerche un appa­ra­to elet­tron­i­co in gra­do di mis­urare la «resis­tiv­ità elet­tri­ca» del­la pelle real­iz­zan­do così una sor­ta di macchi­na del­la ver­ità. Sarà quin­di pos­si­bile accertare la ver­ità su chi soli­ta­mente la rac­con­ta lun­ga in argo­men­to. «I volon­tari che si sot­to­por­ran­no a ques­ta pro­va sci­en­tifi­ca», anno­ta sim­pati­ca­mente Enzo Mon­i­co pres­i­dente degli avi­a­tori, «dovran­no fare i con­ti con gli even­tu­ali goliardi­ci dela­tori, che potran­no sfog­a­r­si con le domande più recon­dite, ver­i­f­i­can­do subito la sin­cer­ità del­la vit­ti­ma». In omag­gio ai parte­ci­pan­ti una video­cas­set­ta su temi aero­nau­ti­ci e alcu­ni poster d’aerei. Per parte­ci­pare alla ser­a­ta è nec­es­sario iscriver­si subito con­tat­tan­do Eliseo Cus­solot­to, 045.640.0376; Lui­gi Marchi, 045.755.3086; Gior­dano Roc­ca, 045.755.2843.