Affollata assemblea, con numerose autorità, al President Di Roncadelle

Assegnati a Brescia il Premio Bontà UNCI 2008 ed altri riconoscimenti

31/05/2008 in Attualità
Parole chiave: - -
Di Luca Delpozzo

Sig­ni­fica­ti­va, e parte­ci­pa­ta cer­i­mo­nia di con­seg­na del “pre­mio Bon­tà UNCI 2008” quel­la cel­e­bra­ta pres­so recen­te­mente pres­so il Pres­i­dent Hotel di Ron­cadelle. Molte le per­son­al­ità pre­sen­ti alle quali il pres­i­dente UNCI di Bres­cia, Bruno Croveg­lia, ha por­to il suo salu­to, salu­to riv­olto anche alle autorità non pre­sen­ti per impeg­ni isti­tuzionale quali Alber­to Cav­al­li, Pres­i­dente del­la Provin­cia di Bres­cia, che ci ha con­ces­so il Patrocinio per ques­ta nos­tra inizia­ti­va ed il Prefet­to del­la Provin­cia di Bres­cia Pao­lo Francesco Tron­ca , che dimostra sem­pre grande con­sid­er­azione per tut­ti gli Insigni­ti di Onori­f­i­cen­ze del­l’Or­dine al Mer­i­to del­la Repub­bli­ca ital­iana. A rap­p­re­sentare quest’ultimo era pre­sente il vice Prefet­to Anna Bruzzese. Non mnca­vano in sala, come sem­pre del resto, i ver­ti­ci dell’UNCI nazionale dal Pres­i­dente Nazionale Ennio Radi­ci, al V.Presidente Nazionale Mar­cel­lo Annoni e Tina Maz­za Annoni Pres­i­dente Nazionale Donne, Remo Degli Augel­li Pres­i­dente del­la Com­mis­sione Dis­tinzione “Onore e Mer­i­to U.N.C.I.” ed il Seg­re­tario Gen­erale Eliseo Zecchin. A rice­vere il “Pre­mio alla Bon­tà U.N.C.I. Provin­cia di Bres­cia 2008”, è sta­ta l’ Provin­ciale Bres­cia con la seguente moti­vazione è la seguente: “…per quel mes­sag­gio “Usque aq san­guinem” che ani­ma lo spir­i­to avisi­no fat­to di car­ità e real­iz­za­to con l’amicizia e la tena­cia del dono e del­la gen­erosità nell’offrire il pro­prio sangue a quan­ti ne abbisog­nano per la loro vita;…e per la costruzione del­la nuo­va Sede real­iz­za­ta, non solo per favorire una migliore orga­niz­zazione del­la rac­col­ta del sangue, ma anche per offrire ai Soci un luo­go di incon­tro asso­cia­ti­vo, cul­tur­ale, di dig­ni­tosa fre­quen­tazione e di fran­co con­fron­to; una “strut­tura aper­ta” nel­la quale colti­vare e crescere i val­ori di sol­i­da­ri­età, di altru­is­mo e gen­erosità su cui si fon­dano tutte le Sezioni AVIS”.Nel cor­so del­la cer­i­mo­nia, sono sta­ti asseg­nati anche altri impor­tan­ti “Pre­mi e Riconosci­men­ti”. “Dis­tinzione Onore e Mer­i­to U.N.C.I.” a:• Don Sil­vio Gal­li (“Un Sac­er­dote dota­to di un difet­to mer­av­iglioso – ha affer­ma­to il pres­i­dente del Con­siglio Comu­nale di Chiari –: l’assoluta inca­pac­ità di dosare le pro­prie forze per venire incon­tro ai bisog­ni degli altri”) per i suoi 40 anni di apos­to­la­to di Chiari;• Enos Riz­zoli di Maz­zano per le sue gran­di doti di cor­ag­gio e di ret­ti­tu­dine che lo han­no accom­pa­g­na­to durante la sua inten­sa vita sia civile che nel­la ;• Asso­ci­azione O.N.L.U.S. Vil­la dei Col­li di Lona­to (vedi foto) per la pro­mozione dell’attività di riabil­i­tazione ter­apeu­ti­ca nei set­tori neu­ro­logi­co e psichi­atri­co, al fine di dare la pos­si­bil­ità a per­sone non abbi­en­ti e svan­tag­giate di pros­eguire il trat­ta­men­to riabil­i­ta­ti­vo. Molti i riconosci­men­ti ottenu­ti da ques­ta mer­av­igliosa Asso­ci­azione fra i quali da seg­nalare la recente “Medaglia del Pres­i­dente del­la Repub­bli­ca Ital­iana” al Tor­neo Inter­nazionale del Gar­da World Cup, una com­pe­tizione inter­nazionale, con la parte­ci­pazione di 16 nazioni e 116 atleti per dis­abili, nel mon­do scher­misti­co in car­rozzi­na che si tiene a Lona­to del Gar­da dal 23 al 25 mag­gio prossi­mo.• Maria Tere­sa Cortellezzi per il suo lun­go ed atten­to impeg­no nel set­tore del­la ricer­ca far­ma­colo­gia e per la cresci­ta civile e cul­tur­ale del­la soci­età bres­ciana.• Ernesto Cò per il suo impeg­no nel set­tore del volon­tari­a­to e per l’assistenza agli anziani nei suoi vari aspetti.“Diploma di Mer­i­to U.N.C.I.”:• all’Associazione “Ami­ci del Cor­lo” di Lona­to” che da “qua­si 25 anni si ded­i­cano con caparbi­età ed abne­gazione al sal­va­men­to del Tem­pio, lavo­ran­do sen­za clam­ori e sen­za nul­la chiedere alle Isti­tuzioni. È un mer­i­to­rio episo­dio di sen­so civi­co e di amore ver­so la pro­pria ter­ra che si svilup­pa da tan­to tem­po nel­la Chiesa, sim­bo­lo del quartiere”;• al mares­cial­lo Gian­pietro Mor­bio, Coman­dante del­la Stazione di Maz­zano “in spre­gio del­la sua vita, met­ten­do in pri­ma fila la sicurez­za dei suoi col­lab­o­ra­tori evi­tan­do, nel con­tem­po, ai dipen­den­ti del­la Ban­ca di subire con­seguen­ze anche gravi, riuscì a sventare una rap­ina nel­la mat­ti­na­ta del 5 aprile 2007, ad un Isti­tu­to Ban­car­io di Maz­zano, liberan­do un ostag­gio di cui i rapi­tori si face­vano scu­do per coprire la loro fuga.“Favorire la pro­mozione di attiv­ità benefiche, filantropiche, uman­i­tarie e cul­tur­ali, anche patroci­nan­do pre­mi è tra gli scopi dell’Unione Nazionale Cav­a­lieri d’Italia” ed è per questo — ha sot­to­lin­eato il pres­i­dente Croveg­lia – che abbi­amo isti­tu­ito il pre­mio annuale alla bon­tà per la provin­cia di Bres­cia dove l’UNCI rac­coglie attual­mente 150 iscrit­ti ed alla cui asso­ci­azione tut­ti si pos­sono iscri­vere, insigni­ti e sostenitori».

Parole chiave: - -