Assemblea sui Cinque Continenti

Di Luca Delpozzo
Elia Botturi

Si svol­gerà ven­erdì 4 mag­gio una nuo­va assem­blea dei pro­pri­etari dei box dei Cinque Con­ti­nen­ti per decidere se pro­cedere con il prog­et­to per la mes­sa a nor­ma dei garage. Si trat­ta di un centi­naio di rimesse sot­ter­ra­nee che negli scor­si mesi sono state sgomber­ate e chiuse con i can­cel­li per ordine del sin­da­co Sig­urtà. La deci­sione del pri­mo cit­tadi­no si era resa nec­es­saria dopo la relazione dei vig­ili del fuo­co, che ril­e­va­va la com­ple­ta inosser­van­za delle norme di sicurez­za. Prati­ca­mente i pro­pri­etari sono sta­ti rep­u­tati inadem­pi­en­ti per quan­to riguar­da gli impianti di aer­azione, illu­mi­nazione ed elet­tric­ità, sen­za dimen­ti­care che in alcu­ni casi le uscite di sicurez­za sono state trasfor­mate nel cor­so degli anni in ulte­ri­ori box auto. Per questo moti­vo il sin­da­co ha dec­re­ta­to la non acces­si­bil­ità dei garage, promet­ten­do al con­tem­po un impeg­no del­l’am­min­is­trazione comu­nale per la mes­sa a nor­ma e la suc­ces­si­va ria­per­tu­ra dei sot­ter­ranei. Dopo una pri­ma riu­nione dei pro­pri­etari, con la quale si è dato manda­to ad un tec­ni­co di sti­lare un pre­ven­ti­vo per l’in­ter­ven­to sug­li impianti e per giun­gere all’osser­van­za delle pre­scrizioni di sicurez­za, ora i con­do­mi­ni torner­an­no ad incon­trar­si per val­utare il prog­et­to e la spe­sa che com­porterà, dopo che qua­si tut­ti gli abi­tan­ti dei Cinque Con­ti­nen­ti ha dimostra­to l’in­ter­esse a pros­eguire sul­la stra­da indi­ca­ta da Sig­urtà. Nel frat­tem­po, sem­pre su inizia­ti­va del comune, è sta­to ese­gui­to lo spur­go delle fos­se bio­logiche e si è elim­i­na­ta una perdi­ta nel­la fognatura.«Si trat­ta di neces­sità impel­len­ti del quartiere — ha spie­ga­to in diverse cir­costanze il sin­da­co — Anche se si trat­ta di un’area pri­va­ta, viste le con­dizioni del­la zona, l’am­min­is­trazione non può tirar­si indietro».