Il bel monotipo, ideato da Ettore Santarelli, presenterà il suo calendario ricco di manifestazioni

Asso, la barca nata sul lago di Garda

Di Luca Delpozzo
s.pell.

Asso ambas­ci­a­tore del Gar­da. Il pri­mo even­to sarà lega­to al «Nau­tic­show» di Mon­tichiari, in pro­gram­ma dal 19 feb­braio. Il bel monotipo, ideato da Ettore Santarel­li, pre­sen­terà il suo cal­en­dario ric­co di man­i­fes­tazioni con il Gar­da anco­ra al cen­tro dell’attenzione gra­zie al Cam­pi­ona­to d’Europa inser­i­to nel­la 100 Week del (e la 50ª vel­i­ca del 2–3 set­tem­bre), a cav­al­lo tra la fine di agos­to ed i pri­mi di set­tem­bre, il Cam­pi­ona­to ital­iano a Desen­zano, dal 6 al 9 luglio. L’ultima anna­ta si era chiusa con la grande fes­ta (con «guest star» Gio­van­ni Sol­di­ni) ospi­ta­ta nelle sale del­la Agricar di San Zeno che con Mer­cedes e Fina ha sup­por­t­a­to il cir­cuito inter­nazionale di ques­ta bel­lis­si­ma care­na. Nel 1999 l’Asso è anda­to su è giù per l’Europa. Ha pro­pos­to la sua flot­ta. Ha coin­volto i più tito­lati skip­per. Ha por­ta­to sulle sue vele il logo «lago di Gar­da». La ser­a­ta Agricar ha volu­to con­seg­nare gli impor­tan­ti tra­guar­di rag­giun­ti dagli skip­per e dagli arma­tori. Il seg­re­tario del­la classe ital­iana, il bres­ciano Cesare Pasot­ti, ha anche antic­i­pa­to i temi di ques­ta anna­ta. Oltre ai due cam­pi­onati bena­cen­si il «tour» inter­nazionale accan­to ad Aus­tria, Ger­ma­nia e Svizzera, vedrà pro­tag­o­nista la riv­iera Romag­no­la con il Tro­feo Santarel­li in pro­gram­ma a Rim­i­ni a metà aprile. A mag­gio affi­ancherà nuo­va­mente gli orga­niz­za­tori del con­veg­no mader­nese: «Nav­i­gan­do nel grande mare del­la sol­i­da­ri­età». Quan­to ai pre­mi 1999 la piacev­ole sor­pre­sa è sta­to il team di «Old Simo», l’Asso desen­zanese con­dot­to da Bruno Fez­zar­di che con i suoi ami­ci, tut­ti rig­orosa­mente «Under 50», si è por­ta­to a casa il tito­lo di Cam­pi­one zonale del Gar­da. Ha pre­ce­du­to i due team gargnane­si dei fratel­li Gio­van­ni­ni e Sil­vi­o­li- Soar­di- Rez­zo­la. Il tito­lo di «Asso of the Year» si è tin­to di sangue blu gra­zie al «Kon­ing Lud­wig», la bar­ca di pro­pri­età del principe Luit­pold di Baviera. Il Cam­pi­ona­to d’Europa è anda­to a Lino Bono­mi (tim­o­niere Gio Cassi­nari), l’Italiano a Gabur­ri-Dusi-Fer­rari (tim­o­niera Niki Celon). Tra le flotte inter­nazion­ali han­no vin­to Luit­pold von Bay­er (Ger­ma­nia), Sil­vio Mueller (Svizzera), l’ex glo­ria dell’olimpico Tor­na­do, Bob Jessenig (Aus­tria), Karl Fonyo (Unghe­ria), Cico Valen­ti (Italia), Ciceri (laghi Lario-Ver­bano). I pre­mi dell’Agricar Mer­cedes Chal­lenger sono andati al «Simo» di Francesco Valen­ti e Luca Vale­rio, altri alfieri del­la Fraglia Desen­zano ed al «Mater-Asso» di Beppe Rossi per l’Associazione Nau­ti­ca Sebi­na di Sulzano nel­la cat­e­go­ria «Gen­tle­men». L’affermazione di Rossi, apprez­za­to medico bres­ciano, ha con­fer­ma­to che l’Asso può essere bar­ca per pro­fes­sion­isti ma anche per gran­di appas­sion­ati. Con­fer­ma giun­ta dal Lario dove il tito­lo di cam­pi­one di quel lago è anda­to a Mar­co Ghezzi, giu­dice del pool milanese di «Mani pulite». spell.