Domani, doemnica, a Salò i gruppi culturali, sportivi e del volontariato presenteranno le loro attività al pubblico. Gli Amici del Golfo rilanciano «Spazza Graffiti»: via le scritte dai muri.

Associazioni in vetrina sul lungolago

29/09/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
s.z.

Domani, come già annun­ci­a­to, a Salò si svol­gerà la gior­na­ta delle «Cen­toAs­so­ci­azioni», orga­niz­za­ta dal Comune (in par­ti­co­lare da Bruno Marel­li) e giun­ta alla terza edi­zione. Grup­pi cul­tur­ali, sportivi e di volon­tari­a­to saran­no pre­sen­ti sul lun­go­la­go e nelle vie del cen­tro, dalle ore 10.30 alle 17.30, per illus­trare la loro attiv­ità. Non mancherà lo spet­ta­co­lo. In caso di mal­tem­po, la man­i­fes­tazione sarà rin­vi­a­ta al 14 otto­bre. Tra le curiosità, ricor­diamo l’inizia­ti­va «Spaz­za graf­fi­ti», a cura degli «Ami­ci del gol­fo», che fan­no capo a . Ver­ran­no rip­ulite e tin­teggiate alcune fac­ciate del cen­tro stori­co, detur­pate da scritte. Alle ore 8.45 i volon­terosi, muni­ti di pen­nel­lo e di grem­bi­uli (o di una tuta sgual­ci­ta), si riu­ni­ran­no sot­to i por­ti­ci del munici­pio. Dopo di che inizier­an­no la loro spedi­zione di… pace. «Inter­ver­re­mo in tre­san­da S.Orsola, via Scaino e via di Mez­zo, bel­lis­sime strade medio­e­vali — affer­ma Nas­tuz­zo -. Le fac­ciate di molte case sono state detur­pate in modo ver­gog­noso da scritte van­daliche. Sette dec­o­ra­tori pro­fes­sion­isti (Aure­lio Bet­toni, Rober­to Gia­co­mi­ni, meglio conosci­u­to come il figlio del Doro, Mari­no Apol­lo­nio, Oliviero Ste­fani, Fran­co Andreat­ta, Michele Kris­tic e Carme­lo Pez­zot­ti) ci han­no dato una mano, preparan­do le tinte, cioè i toni pastel­lo usati sul lago. «I pro­pri­etari delle case sono feli­cis­si­mi, e di sicuro si uni­ran­no a noi. Molti di loro han­no già provve­du­to a far pulire le pareti delle abitazioni, ma si sono ritrovati (qualche giorno dopo) con nuove scritte. Inutile spendere quat­tri­ni se, di lì a poco, la situ­azione tor­na uguale a pri­ma. Cre­an­do una sor­ta di… movi­men­to, noi cre­di­amo di pot­er con­tribuire ad accrescere la sen­si­bil­ità in mate­ria. Spe­ri­amo di ottenere una buona ade­sione. Per pub­bli­ciz­zare l’inizia­ti­va (la sec­on­da, dopo l’e­sor­dio del 1 mag­gio), abbi­amo dif­fu­so volan­ti­ni nelle scuole e nei negozi». Nas­tuz­zo è già sta­to pro­tag­o­nista di una per­for­mance negli anni ’80, assieme al Comi­ta­to del­la Calchera, uno dei più vec­chi quartieri di Salò, quan­do costel­lò di margherite la stra­da prin­ci­pale, trasfor­man­dola in un gia­rdi­no col­orato. Allo­ra uno slo­gan con­sigli­a­va di dir­lo coi fiori. Per richia­mare l’at­ten­zione degli ammin­is­tra­tori comu­nali su una serie di ques­tioni irrisolte (il rifaci­men­to del­la pavi­men­tazione, l’in­ten­si­fi­cazione del sis­tema di illu­mi­nazione, la rego­la­men­tazione del servizio di net­tez­za urbana, l’in­tro­duzione del divi­eto di sos­ta, l’aper­tu­ra del vico­lo Gazzere per col­le­gar­si al lun­go­la­go, la sos­ti­tuzioni del por­tone del Liceo), il grup­po ral­le­grò l’as­fal­to con centi­na­ia di margherite. Adesso l’azione con­tro le scritte sui muri. La pulizia d’au­tun­no mira a tagliare le unghie ai graf­fit­tari che, impert­er­ri­ti, con­tin­u­ano a colpire.

Parole chiave: