Il preventivo 2005-2007 è focalizzato su alcune importanti priorità. Prevista un’opera di restyling in piazza Vittorio Emanuele

Attenzione a scuole e strade

18/01/2005 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

Via l’amianto dal tet­to delle scuole medie «D’An­nun­zio», sì al com­ple­ta­men­to del­la passeg­gia­ta a lago (alcu­ni pri­vati frap­pon­gono osta­coli, ma l’op­er­azione pros­egue), alla nuo­va caser­ma dei Vig­ili del fuo­co, al parcheg­gio pub­bli­co a fian­co del­la casa di riposo. E anco­ra: restyling del­la cen­tralis­si­ma piaz­za Vit­to­rio Emanuele, la Fos­sa, e abbel­li­men­to del­la cala­ta del Carmine. Bernar­do Berar­dinel­li, asses­sore ai Lavori pub­bli­ci di Salò, ha illus­tra­to i pro­gram­mi dei prossi­mi tre anni. Per quan­to riguar­da gli immo­bili di pro­pri­età del comune, in par­ti­co­lare gli appar­ta­men­ti cedu­ti in affit­to alle famiglie, «abbi­amo stanzi­a­to 800 mila euro per adeguar­li alle nor­ma­tive igien­i­co-san­i­tarie, anti­ncen­dio, impiantis­ti­co, movi­men­tazione dei carichi — illus­tra l’assessore — la cifra non è suf­fi­ciente ma cos­ti­tu­isce un ulte­ri­ore, indis­pens­abile pas­so avan­ti di un cam­mi­no da pros­eguire in futuro. Riqual­i­ficher­e­mo i diurni, in piaz­za Sant’Antonio, con una spe­sa di 90.000 euro. L’in­ter­ven­to rien­tra nel­l’abbel­li­men­to com­p­lessi­vo del cen­tro stori­co, e si rende nec­es­sario per il recente sposta­men­to del mer­ca­to set­ti­manale da piaz­za­le Mar­tiri del­la Lib­ertà a via Brunati, tra la torre del­l’orolo­gio e la por­ta del Carmine». E anco­ra: il teatro. Dopo il sec­on­do lot­to con i fon­di del 2004, il ter­zo è pre­vis­to nel 2006 per ulte­ri­ori 258 mila euro, seguen­do il prog­et­to del­l’ar­chitet­to Dal­la­mano. La nuo­va caser­ma dei vig­ili del fuo­co, attual­mente nel­l’ed­i­fi­cio di via Tur­ri­ni, ver­rà invece inseri­ta nel 2007. Grande l’impegno anche nell’istruzione pub­bli­ca: «Per il rifaci­men­to del tet­to del­la «D’An­nun­zio» spender­e­mo 200 mila euro — pros­egue Berar­dinel­li — men­tre altri 80 mila euro per cias­cuno dei tre anni riguarder­an­no gli impianti san­i­tari, il riscal­da­men­to, i ser­ra­men­ti e la riqual­i­fi­cazione delle aree esterne ver­di delle varie scuole. E poi 45 mila per l’ac­quis­to di arre­di e attrez­za­ture. Nel 2006 pen­si­amo di ampli­are l’asi­lo nido, e per ques­ta oper­azione abbi­amo già accan­to­na­to 100 mila euro da aggiun­gere agli 80 mila già stanziati». Ma gli stanzi­a­men­ti copri­ran­no anche inter­ven­ti nel cam­po via­bilis­ti­co: «Con 310 mila euro risis­te­mer­e­mo alcune strade sec­on­darie: vico­lo Orti, vico­lo San­ta Maria Mad­dale­na e il trat­to finale di via Gas­paro, col­lo­can­do il por­fi­do e chi­u­den­do la sos­ti­tuzione del­l’il­lu­mi­nazione pub­bli­ca. Altri 250 mila euro saran­no a dis­po­sizione per l’al­larga­men­to di via Muro, resosi nec­es­sario a segui­to del­l’inizio dei lavori Anas sul­la via­bil­ità ester­na di Salò. Tale stra­da comu­nale col­legherà il cen­tro con Vil­la e Cunet­tone, inter­se­can­do la Panoram­i­ca. Anche la cala­ta del Carmine e il trat­to finale del lun­go­la­go saran­no inter­es­sati da opere di abbel­li­men­to, per 506.000 euro. Con una spe­sa di 170 mila euro ver­rà razion­al­iz­za­to il parcheg­gio nei pres­si del­la casa di riposo, cre­an­do più di 400 posti auto. Nel 2006 sarà real­iz­za­ta una rota­to­ria a Cam­pov­erde, in local­ità Muli­ni, e costru­ito un sot­topas­so pedonale per evitare gli attra­ver­sa­men­ti a raso. Un inter­ven­to nec­es­sario per assor­bire il cari­co veico­lare che graverà sul­la zona dopo l’aper­tu­ra del nuo­vo Liceo, e coprire­mo i due terzi dell’onere». 350 mila euro infine per il restyling di piaz­za Vit­to­rio Emanuele, la «Fos­sa». Capi­to­lo ter­ri­to­rio. Ver­rà real­iz­za­to il par­co sot­to l’ex cam­po sporti­vo Amadei (150 mila euro); sarà ulti­ma­to il prog­et­to degli «Ami­ci del Gol­fo» per la passeg­gia­ta a lago (il trat­to dal­la pizze­ria «La Vela» alla «Sire­na» costerà un mil­ione e 300 mila euro); si com­pleterà infine il molo fora­neo gal­leg­giante pos­to a riparo del­l’area Can­ot­tieri, medi­ante ricop­er­tu­ra e pro­tezione in leg­no. Indi­vid­uati, poi, nuovi spazi acquei per alle­stire scivoli d’alag­gio. Altri finanzi­a­men­ti riguardano l’arredo urbano, la seg­nalet­i­ca, la manuten­zione stra­or­di­nar­ia del verde e delle strade, l’il­lu­mi­nazione pubblica.