Il bilancio preventivo pareggia a quota 18,7 milioni. Lungo l’elenco delle opere. Ma l’assessore: «Sulla prima casa i cittadini verseranno meno»

Aumentano Ici e addizionale

17/03/2007 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Roberto Darra

L’imposta comu­nale sug­li immo­bili e sui ter­reni edi­fi­ca­bili crescerà nel 2007, sal­en­do dal 6,5 per mille al 7. Si allarga però nel con­tem­po la detrazione dell’Ici per la pri­ma casa con un aumen­to del 25% pas­san­do da 154 euro a 192. «Sec­on­do le proiezioni svilup­pate dall’ufficio ragione­r­ia — ha dichiara­to l’assessore alle Finanze Anto­nio Rosci­oli nel cor­so del con­siglio comu­nale dell’altra sera — l’effetto com­p­lessi­vo sarà di una riduzione di cir­ca 80.000 euro dell’imposta paga­ta dai pro­pri­etari del­la pri­ma casa che verser­an­no com­p­lessi­va­mente 273.000 euro con­tro i 357.000 dell’anno precedente».Dai dati con­tabili risul­ta comunque con­fer­ma­to che per Lona­to la prin­ci­pale entra­ta trib­u­taria è cos­ti­tui­ta dall’Ici il cui get­ti­to aumen­ta glob­al­mente di cir­ca 277.000 euro rispet­to al 2006. Il bilan­cio di pre­vi­sione 2007 chi­ude sui 18.753.104 euro con­sid­er­a­no un incre­men­to sia in entra­ta che in spe­sa di 800.000 euro rel­a­tivi al mag­gior onere richiesto dal­la real­iz­zazione del­la nuo­va scuo­la mater­na. Un’opera che sarà finanzi­a­ta in parte con l’emissione di buoni obbligazionari comu­nali (Boc). Ma non saran­no i soli. Il 2007 vedrà al via anche il cantiere per il nuo­vo palas­port che sarà col­lo­ca­to nell’area vio­la, pro­prio vici­no all’attuale palestra e quin­di all’interno del­la cit­tadel­la sco­las­ti­ca. Spe­sa pre­vista 2 mil­ioni di euro e di questi il 50% sarà a cari­co del­la Provin­cia; 500.000 arriver­an­no sem­pre dai Boc. Inizio lavori entro l’autunno. Sono pre­visti anche inter­ven­ti sul cen­tro sporti­vo di Cen­te­naro dove devono essere rifat­te la grad­i­nate per 50.000 euro. Inter­ven­ti sono pro­gram­mati per quan­to con­cerne la : la riqual­i­fi­cazione di viale Roma 300.000 euro, via Tarel­lo per 400.000, piaz­za Mar­tiri del­la Lib­ertà per 700.000. «Siamo di fronte ad un bilan­cio — pre­cisa Rosci­oli — che è ispi­ra­to alla par­si­mo­nia e guar­da con grande atten­zione al con­teni­men­to delle spese. È sta­ta ridot­ta del 3% quel­la cor­rente a favore degli inves­ti­men­ti che invece sono aumen­tati. Abbi­amo dovu­to tagliare del 10% i capi­toli di spe­sa rel­a­tivi ai lavori pub­bli­ci, al com­mer­cio, all’ecologia e viabilità».Anche le tar­iffe dell’imposta sul­la pub­blic­ità aumen­tano del 30% uni­ta­mente alla revi­sione in atto del­la con­ces­sione per la riscos­sione che porterà il get­ti­to dell’imposta a 180.000 euro. Incre­men­to delle aliquote dal­lo 0,2 allo 0,5% dell’addizionale Irpef il cui get­ti­to passerà da 292.000 euro a 750.000. Sono in cadu­ta lib­era i trasfer­i­men­ti dal­lo Sta­to che si riducono a 91.000 euro e del­la Regione che si attes­tano a 170.000 che però sono ben com­pen­sati dagli arrivi del­la Provin­cia e dall’Ato per 382.000 euro. In totale saran­no emes­si comunque Boc per 2.400.000 euro: oltre 500.000 per il palas­port, 800.000 per la mater­na, 1.100.000 per gli inter­ven­ti su via Tarel­lo e piaz­za Mar­tiri. C’è anche un prog­et­to. «Dal­la fine di ques­ta estate — spie­ga anco­ra Rosci­oli — abbi­amo inten­zione di pro­cedere a un con­trol­lo aere­o­fo­togram­met­ri­co di tut­to il ter­ri­to­rio lonatese por­tan­do così avan­ti una ver­i­fi­ca seria e una riva­l­u­tazione com­mer­ciale degli immo­bili. Una battaglia con­tro l’evasione insom­ma. Un’operazione traspar­ente rispet­to a quan­to dichiara­to al Cat­a­sto e quan­to invece si riscontrerà…».