I sindaci dei due paesi promettono di intervenire per snellire il traffico. Nuova viabilità, vecchie imprecazioni.

Automobilisti infuriati soprattutto il fine settimana.

Di Luca Delpozzo
Stefano Joppi

Pro­mosso o boc­cia­to? Il tem­po degli esa­mi per il nuo­vo asset­to del­la nei cen­tri di Gar­da e Lazise è fini­to. I risul­tati? Purtrop­po non sem­pre all’al­tez­za delle pre­vi­sioni prospet­tate dal Piano urbano del traf­fi­co. Chi ha avu­to la ven­tu­ra nei fine set­ti­mana di giug­no e di luglio e nel­la pri­ma quindic­i­na di agos­to di dover tran­sitare dai due pae­si lacus­tri, soprat­tut­to Gar­da, per rag­giun­gere le ambite (nel sen­so che sono sem­pre più ridotte) spi­agge del Benà­co ha dovu­to armar­si di tan­ta pazien­za. Sot­to la cani­co­la esti­va, inon­dati dal­la ebbrez­za degli scarichi di scap­pa­men­to delle auto in lenta pro­ces­sione, i com­men­ti e le impre­cazioni sono improntate allo stes­so tenore e pesan­tez­za. Epiteti ovvi­a­mente irrepetibili che com­pon­gono la più col­ori­ta colon­na sono­ra di questo inizio ter­zo mil­len­nio. Sot­to accusa, in par­ti­co­lare, le due mini rotonde di Gar­da. Poco vis­i­bile la pri­ma per chi proviene da Bar­dolino, decen­tra­ta e con ridot­to spazio di manovra la sec­on­da all’al­tez­za del­l’in­ter­sezione con la stra­da per Coster­mano. Ed è pro­prio lun­go l’asse Tor­ri-Gar­da che si reg­is­tra imman­ca­bil­mente nei week-end un ser­pen­tone di mezzi ben più lun­go di quel­lo che si crea­va al tem­po del­l’impianto semafori­co in Cor­so Italia. Il pun­to nevral­gi­co rimane la stroz­zatu­ra cre­a­ta a fian­co del diroc­ca­to e abban­do­na­to ex asi­lo comu­nale con la riduzione da due a una delle cor­sie di canal­iz­zazione del traf­fi­co. Il tut­to per creare la mini roton­da aut­en­ti­ca croce dei viag­gia­tori. L’ul­ti­ma maz­za­ta sul­la tan­to vitu­per­a­ta opera arri­va dal­lo stes­so neo sin­da­co di Gar­da Davide Bendinel­li. «Non c’era spazio suf­fi­ciente per fare una roton­da e il Piano urbano del traf­fi­co dove­va essere stu­di­a­to e strut­tura­to in maniera diver­sa», affer­ma. Sot­to accusa poi le bande tra­ver­sali di ral­len­ta­men­to in por­fi­do dis­sem­i­nate lun­go la sede stradale. «Cre­ano solo rumore e dan­no la sen­sazione di avere sem­pre dei cantieri aper­ti sul­la Garde­sana. Inter­ver­re­mo presto per elim­inare queste specie di dos­si e ripristinare l’as­fal­to». Si riapre poi il dis­cor­so rel­a­ti­vo al ter­zo stral­cio del Put che prevede l’in­stal­lazione dei bologni­ni davan­ti alla par­roc­chiale. «Nei prossi­mi giorni val­uter­e­mo bene i van­tag­gi e gli svan­tag­gi di una sim­i­le opera», con­clude il pri­mo cit­tadi­no. Bendinel­li, come gran parte delle per­sone da noi inter­pel­late, ritiene comunque che durante la set­ti­mana il traf­fi­co veico­lare abbia acquisi­to una mag­giore flu­id­ità, anche se la situ­azione è dras­ti­ca­mente capo­vol­ta nei giorni fes­tivi. Dis­cor­so diver­so meri­ta invece il nuo­vo asset­to via­bilis­ti­co di Lazise. L’ampiez­za del­la zona dove insiste la roton­da garan­tisce una cir­co­lazione più snel­la ma soprat­tut­to, cosa basi­lare, mag­giore sicurez­za in un incro­cio in pas­sato sede di numerosi inci­den­ti. Sia chiaro non è che in zona difet­ti­no le code, soprat­tut­to per chi arri­va da Peschiera, ma se non altro sono dimez­zate le attese per chi fuori­esce dal­la traf­fi­ca­ta via Mar­ra o sboc­ca sul­la Garde­sana diret­ta­mente dal­la Verona-Lago. «Con­trari­a­mente alle critiche avan­zate nei mesi scor­si la roton­da fun­ziona abbas­tan­za bene», pre­cisa il sin­da­co Luca Sebas­tiano. «Cer­to ci sono code pesan­ti per chi soprag­giunge dal­la zona dei campeg­gi e non nego che vadano stu­di­ate alcune miglior­ie. Il ral­len­ta­men­to di mar­cia non è comunque dovu­to solo al nuo­vo asset­to viario ma anche all’at­tra­ver­sa­men­to pedonale che si reg­is­tra all’al­tez­za del­la por­ta di Lazise. Comunque insieme alla Provin­cia abbi­amo in atto un prog­et­to per rac­cor­dare la roton­da con l’in­cro­cio che por­ta al cimitero e miglio­rare così tut­ta l’area.

Nessun Tag Trovato

Commenti

commenti