AVIS Lazise in assemblea

24/02/2015 in Attualità
Parole chiave:
Di Sergio Bazerla

Con 15 nuovi dona­tori e 586 sac­che di sangue donate, l’ lcisiense si pre­sen­ta in assem­blea al cen­tro gio­vanile par­roc­chiale ven­erdì 27 feb­braio alle 20,30. Un bel risul­ta­to nonos­tante le 20 don­azioni in meno effet­tuate rispet­to al 2013. “Una ten­den­za che purtrop­po si rispec­chia anche a liv­el­lo provin­ciale ­ sot­to­lin­ea il pres­i­dente Clau­dio Zeni ­ e che ci deve far riflet­tere. Dob­bi­amo soprat­tut­to imple­mentare i nuovi dona­tori. Ed ovvi­a­mente la nos­tra ” ricer­ca” si ind­i­riz­za ver­so i gio­vani. E non solo. Dob­bi­amo, e lo abbi­amo già fat­to ­ sot­to­lin­ea Zeni ­ cer­care di far ripren­dere quel­li che sono ” in son­no”, ovvero che sono in inat­tiv­ità da parec­chi mesi.”

E le cause di ques­ta fles­sione, almeno per Lazise , sono imputabili a dona­tori che dopo aver rag­giun­to i 65 anni sono usci­ti dal­la don­azione atti­va, da gio­vani che spes­so si recano all’es­tero e che quin­di devono rimanere ” fer­mi” per almeno sei mesi, da dona­tori attivi che per svariati motivi han­no ridot­to le oro annu­ali don­azioni a 1 o due, anziché tre o quat­tro come negli anni trascor­si.

Oggi la sezione di Lazise con­ta su cir­ca 300 dona­tori , dei quali però almeno una ottan­ti­na sono res­i­den­ti altrove. ” C’è da sottolineare­ riprende Zeni ­ che su una popo­lazione lacisiense di qua­si 7000 abi­tan­ti sola­mente il 3 per cen­to è dona­tore di sangue. Pos­si­amo sicu­ra­mente con­venire che c’è molto spazio per altri nuovi volon­tari. E qui, ovvi­a­mente, serve soprat­tut­to il pas­s­aparo­la che è l’azione più effi­cace per fare pros­eli­ti alla don­azione.”

Nel cor­so del­la ser­a­ta il pres­i­dente ter­rà la relazione morale del­l’an­no appe­na con­clu­so con la dis­cus­sione ed approvazione del bilan­cio con­sun­ti­vo 2014 e pre­ven­ti­vo per il 2015. Saran­no inoltre elet­ti i del­e­gati all’assem­blea provin­ciale del­l’AVIS.

A con­clu­sione del­l’in­con­tro, seguirà una risot­ta­ta spe­ciale per tut­ti.

Ser­gio Baz­er­la

Parole chiave: