Attiva anche all’Ospedale di Gavardo una sala endoscopica per il Servizio di Broncopneumologia

Azienda Ospedaliera di Desenzano

Di Luca Delpozzo

Desen­zano – L’Azienda Ospedaliera, gra­zie alla col­lab­o­razione del Dr. Francesco Farisè (Pri­mario dell’Unità Oper­a­ti­va di Pneu­molo­gia di Desen­zano) ed il Dr. Gian­piero Aimo (Pri­mario dell’Unità Oper­a­ti­va di MEDICINA di Gavar­do), è rius­ci­ta ad ampli­are la pro­pria offer­ta san­i­taria nel cam­po del­la BRONCOPNEUMOLOGIA atti­van­do una sala PER BRONCOSCOPIE D’ELEZIONE anche all’Ospedale gavardese.Infatti, gra­zie quest’operazione volu­ta dalle Direzioni Gen­erale e San­i­taria dell’Azienda e mira­ta a miglio­rare i pro­pri servizi razion­al­iz­zan­do le risorse CON CONDIVISIONE DI ESPERIENZE PROFESSIONALI E STRUMENTAZIONE GIAESISTENTE,senza intac­care la qual­ità, oggi un cit­tadi­no del­la Valle Sab­bia che neces­si­ta di un esame di questo tipo, non è più costret­to a recar­si all’Ospedale di Desen­zano o Bres­cia, ma final­mente può effet­tuare questi esa­mi nel noso­comio di Gavardo.Referente del­la nuo­va sala endo­scop­i­ca di Gavar­do è il Dr. Lui­gi Vincenzo.“Questo servizio a Gavar­do non esiste­va – spie­ga il DR. Vin­cen­zo -, ma da qua­si un anno, dopo l’acquisto di un VIDEO­bron­co­sco­pio costa­to cir­ca 20.000 euro COMPATIBILE CON PROCESSORI GIAESISTENTI PRESSO LA pias­tra servizi dell’Ospedale (a Desen­zano IL SERVIZIO è DOTATO DI fibre ottiche), siamo in gra­do di effet­tuare una bron­co­scopia diag­nos­ti­ca di pri­mo livello.QUESTA CONDIZIONE REALIZZA PER L’OSPEDALE DI GAVARDO, UN VERO E PROPRIO SERVIZIO DI PAN-ENDOSCOPIA (cioè, oltre alla bron­co­scopia, effet­tuiamo colon­scopie e gas­tro­scopie). Un servizio molto impor­tante per­ché evi­ta al paziente res­i­dente, per esem­pio, nel­la valle Sab­bia, di dover arrivare a Bres­cia o Desenzano”.Che dif­feren­ze ci sono nei servizi di Desen­zano e Gavardo?“Praticamente nes­suna. Entram­bi i Servizi sono in gra­do di effet­tuare bron­co­scopie che esplo­ra­no i bronchi per la diag­nosi delle malat­tie neo­plas­tiche e delle patolo­gie infettive,nonché per effet­tuare ter­apia top­i­ca, dis­ostrut­ti­va da secrezioni e mate­ri­ale abingestis e nel post­op­er­a­to­rio ecc. il bron­co­sco­pio è anche un pre­sidio essen­ziale in sala oper­a­to­ria per le intubazioni difficili.Lei ha par­la­to di bron­co­scopia diag­nos­ti­ca di 1° liv­el­lo. Che significa?“Una bron­co­scopia in gra­do di effet­tuare le diag­nosi che ho pri­ma elen­ca­to. Agli Spedali Civili di Bres­cia esiste un servizio di 2° liv­el­lo, che effet­tua la bron­co­scopia oper­a­ti­va con tubo rigi­do e l’utilizzo di laser e posizion­a­men­to di prote­si endo­scopiche, indi­ca­ta in casi com­p­lessi e selezion­a­ti­Quan­ti esa­mi avete effet­tua­to a Gavardo?“Nel 2004 sono sta­ti effet­tuati cir­ca 170 esa­mi, men­tre a Desen­zano 250. Il dato di Gavar­do, che tiene con­to sia delle prestazioni ambu­la­to­ri­ali sia quelle effet­tuate su pazi­en­ti ricoverati sarà suscettibile di una preved­i­bile asce­sa poiché molti dei pazi­en­ti che si reca­vano a Bres­cia o Desen­zano, effettuer­an­no le vis­ite nel più vici­no ospedale di Gavar­do. Quali sono le malat­tie che soli­ta­mente riscon­trate nelle visite?“Il servizio di bron­cop­neu­molo­gia oltre ad effet­tuare le bron­co­scopie esple­ta attiv­ità ambu­la­to­ri­ale per una sedu­ta alla set­ti­mana, (il lunedì) e rap­p­re­sen­ta il rifer­i­men­to di con­sulen­za per i vari repar­ti dell’Ospedale.La patolo­gia più fre­quente­mente riscon­tra­ta riguar­da per il“Il 30% la patolo­gia neo­plas­ti­ca, il 60% le patolo­gie croniche ostrut­tive e restrit­tive, molto fre­quen­ti nel­la Valle Sab­bia per la pre­sen­za di fonderie, lab­o­ra­tori e fab­briche metalmec­ca­niche; infine, il rima­nente 10% fa rifer­i­men­to a patolo­gie infet­tive com­pre­sa la infezione tuber­co­lare. Dal com­puto van­no escluse tutte le ria­c­u­tiz­zazioni infet­tive nel paziente cron­i­co. In sin­te­si asso­cian­do all’attività ambu­la­to­ri­ale e di con­sulen­za anche il servizio di bron­co­scopia si offre una prestazione com­ple­ta e con la cos­ti­tuzione del­la sala endo­scop­i­ca si real­iz­za un obi­et­ti­vo rara­mente pos­si­bile in altre realtà”.“Questo nuo­vo servizio – ha ril­e­va­to il Diret­tore Gen­erale Mau­ro Borel­li -, è l’ennesima ripro­va del con­tin­uo impeg­no dell’AOD di ampli­are il più pos­si­bile la pro­pria offer­ta san­i­taria tenen­do sem­pre sot­to con­trol­lo la spe­sa. Gra­zie alla col­lab­o­razione del Diret­tore San­i­tario Azien­da Dr. Lucio Dalfi­ni ed alle pro­fes­sion­al­ità pre­sen­ti nelle Unità Oper­a­tive di pneu­molo­gia a Desen­zano e di Med­i­c­i­na a Gavar­do, siamo rius­ci­ti, con una spe­sa tut­ta som­ma­to esigua, di offrire ai cit­ta­di­ni dell’Alto Lago e del­la Valle Sab­bia un servizio impor­tante a due pas­si da casa”.