Iniziativa degli alunni di V elementare aiutati dall’architetto Iozzia

Bambini costruisconoun capitello mariano

11/05/2008 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Sergio Bazerla

di Un nuo­vo capitel­lo mar­i­ano a Lazise. Lo han­no volu­to e real­iz­za­to i ragazzi del­la quin­ta ele­mentare con i loro gen­i­tori, sup­por­t­ati anche dalle cat­e­chiste. È sta­to col­lo­ca­to al Cen­tro gio­vanile par­roc­chiale nel­lo spi­az­zo anti­s­tante l’accesso al cam­po giochi e all’arena esti­va dove soli­ta­mente viene allesti­to il cin­e­ma all’aperto.L’idea è nata dai ragazzi del cat­e­chis­mo pro­prio per­chè al Cen­tro era del tut­to assente un capitel­lo mar­i­ano. E con l’approssimarsi del mese di mag­gio il tem­po era più che propizio per real­iz­zarne uno.Detto e fat­to. I ragazzi han­no coin­volto le famiglie, le cat­e­chiste e il par­ro­co. Han­no inizia­to con uno stu­dio sui capitel­li esisten­ti a Lazise, infor­man­dosi con l’architetto Gio­van­ni Iozzia per poter­lo erigere: tec­niche, mate­ri­ali, prog­et­ti, tem­pi di real­iz­zazione. Infine lo spazio dove col­lo­car­lo. Han­no rac­colto nei campi molti sas­si e pietre che sono poi servite per costru­ire la base dell’opera. Il pri­mo prog­et­to è sta­to sti­la­to appun­to da Iozzia ma, man mano che l’idea pren­de­va for­ma, il canovac­cio defin­i­ti­vo dell’opera si è svilup­pa­to fra i gen­i­tori e i ragazzi.In pri­ma fila Andrea Cristo­fo­let­ti, marmista esper­to che non ha per­so tem­po ad esprimer­si com­pi­u­ta­mente. In men che non si dica il capitel­lo mar­i­ano è diven­ta­to una realtà. La benedi­zione da parte del par­ro­co don Achille Boc­ci ha quin­di uffi­cial­mente con­sacra­to l’opera ai pos­teri. Lo stes­so par­ro­co ha sot­to­lin­eato che l’opera è una real­iz­zazione cris­tiana aut­en­ti­ca, sca­tu­ri­ta dal­la fede e dal­la viva devozione alla madre di Dio.Giovanni Iozzia ha declam­a­to una in ver­na­co­lo scrit­ta dal­la poet­es­sa Sil­ve­ria Gon­za­to, «La Madon­na del lago», apposi­ta­mente ver­ga­ta a ricor­do del­la gior­na­ta. Il bas­so­rilie­vo in ovale in mar­mo di Car­rara è sta­to real­iz­za­to da Andrea Cristo­fo­let­ti e la pietra di sosteg­no dell’effigie è una delle pietre antiche prove­ni­en­ti dal restau­ro del­la chiesa par­roc­chiale dei SS Zenone e Mar­ti­no, apposi­ta­mente dona­ta dal par­ro­co per stig­ma­tiz­zare l’opera mariana.Molte sono state le offerte rac­colte per la real­iz­zazione del capitel­lo. Diver­si anche i mate­ri­ali offer­ti per questo scopo. Le famiglie ed i ragazzi han­no inte­so devol­vere l’intero rica­va­to alle mis­sioni in Guinea Bissau.L’ammontare del­la benef­i­cen­za sarà por­ta­ta per­sonal­mente da don Achille Boc­ci in occa­sione del prossi­mo viag­gio del sac­er­dote nel­la mis­sione africana. Ogni ven­erdì, per tut­to il mese, al pomerig­gio, al nuo­vo capitel­lo sarà recita­to il rosario.

Parole chiave: