Il Comune di Lazise si preoccupa di "censire" e segnalare alle ditte i cittadini disoccupati o inoccupati.

Banca dati e sportello per il lavoro

14/10/2013 in Attualità
Parole chiave:
Di Sergio Bazerla

Si sta cos­tituen­do una ban­ca dati e uno “sportel­lo infor­ma­ti­vo lavoro” pres­so i del Comune di Lazise al solo scopo infor­ma­ti­vo e sta­tis­ti­co per tut­ti quei cit­ta­di­ni res­i­den­ti che risulti­no dis­oc­cu­pati o inoc­cu­pati, al fine di sot­to­porre agli oper­a­tori eco­nomi­ci del ter­ri­to­rio le disponi­bil­ità di forza lavoro per le loro even­tu­ali esi­gen­ze.

Gli inter­es­sati a essere inser­i­ti nel sis­tema dati del­lo sportel­lo infor­ma­ti­vo lavoro devono redi­gere un appos­i­to mod­u­lo reperi­bile pres­so l’Uf­fi­cio Servizi sociali o sul sito inter­net www.comune.lazise.vr.it e quin­di ricon­seg­narlo per­sonal­mente pre­vio appun­ta­men­to tele­fon­i­co con­tat­tan­do gli incar­i­cati al numero 045.6445110.

L’amministrazione non si sos­ti­tu­isce ai cen­tri per l’impiego — sot­to­lin­ea il sin­da­co Luca Sebas­tiano — e tan­to meno alle agen­zie di ricer­ca di lavoro o ai siti inter­net spe­cial­iz­za­ti per ban­di di con­cor­so o offerte di lavoro, ma sem­mai è una “parte atti­va” per coa­d­i­u­vare i sogget­ti privi di occu­pazione a un even­tuale inser­i­men­to, anche momen­ta­neo, nel mon­do del lavoro. Vuole essere una azione di sen­si­bil­ità al grande dis­a­gio che investe molte famiglie, anche del nos­tro ter­ri­to­rio, per far fronte a ogget­tive caren­ze di occu­pazione e quin­di di red­di­to e sosteg­no a molti nuclei famil­iari pre­sen­ti anche a Lazise”.

(Immag­ine di Francesca Gar­de­na­to)

Parole chiave: