Bandiera Arancione per tre comuni bresciani, due del lago di Garda

Parole chiave: -
Di Luigi Del Pozzo
 “Con tre Comu­ni sui dieci com­p­lessivi in Lom­bar­dia, alla provin­cia di Bres­cia viene dato una riconosci­men­to impor­tate che con­fer­ma da un lato la grande vari­età e la qual­ità del­la nos­tra offer­ta tur­is­ti­ca e dall’altro l’eccellenza che sono in gra­do di esprimere, gra­zie all’impegno degli oper­a­tori e delle comu­nità, anche questi pic­coli gioiel­li”. È quan­to ha dichiara­to Mau­ro Parolini, asses­sore al Tur­is­mo, Com­mer­cio e Terziario di , com­men­tan­do la notizia dell’assegnazione a tre Comu­ni bres­ciani (Bien­no, Gar­done Riv­iera e Tig­nale) del­la Bandiera aran­cione, il mar­chio di qual­ità tur­is­ti­co ambi­en­tale del Tour­ing Club Ital­iano riv­olto alle pic­cole località. 

PICCOLE LOCALITÀ — “Val­oriz­zazione delle tipic­ità, sosteni­bil­ità delle scelte, atten­zione e tutela del­la bellez­za, for­mazione e cor­dial­ità degli oper­a­tori, inte­grazione tra vari set­tori come com­mer­cio, arti­giana­to ed enogas­trono­mia sono ele­men­ti che, tut­ti insieme, con­cor­rono a definire l’attrattività tur­is­ti­ca e che – ha sot­to­lin­eato Paroli­ni –  fonden­dosi con l’arte e la natu­ra di queste pic­cole local­ità  offrono al tur­ista un’esperienza di viag­gio com­ple­ta e profonda”. 
RINGRAZIAMENTO OPERATORI — “Voglio ringraziare gli oper­a­tori del set­tore che con la loro labo­riosità e com­pe­ten­za han­no per­me­s­so a questi comu­ni di con­quistare la Bandiera aran­cione Tour­ing. La nos­tra regione è costel­la­ta di queste eccel­len­ze e  – ha aggiun­to Paroli­ni — è pronta per com­piere un vero e pro­prio salto di qual­ità in cam­po tur­is­ti­co, anche approf­ittan­do del­la vet­ri­na di Expo. Ma per cogliere le oppor­tu­nità che è in gra­do di offrire un com­par­to che con­tin­ua a crescere nonos­tante la crisi, è nec­es­sario super­are la fram­men­tazione che con­trad­dis­tingue il set­tore e met­tere in rete risorse ed idee per diventare più vis­i­bili nel­la vastità del mer­ca­to globale”. 
IMPEGNO DELLA REGIONE — “Regione Lom­bar­dia è impeg­na­ta su questo fronte in modo con­cre­to.  Solo negli ulti­mi mesi – ha rimar­ca­to Paroli­ni — abbi­amo pre­dis­pos­to una rifor­ma com­p­lessi­va del­la legge sul tur­is­mo e attra­ver­so l’esperienza dei Dis­tret­ti dell’Attrattività abbi­amo favorito l’aggregazione di qua­si sei­cen­to comu­ni, finanzian­do i loro prog­et­ti e generan­do inves­ti­men­ti per oltre 55 mil­ioni di euro”.
BRAND LOCOMOTIVA — “In un’ottica di  pro­mozione inte­gra­ta – ha con­clu­so Paroli­ni – è inoltre nec­es­sario che brand loco­mo­ti­va come il Lago di Gar­da, quel­lo di Como, e le cit­tà d’arte lom­barde fungano da traino per far conoscere ad un pub­bli­co di viag­gia­tori sem­pre più ampio la ric­chez­za delle local­ità tur­is­tiche più pic­cole e meno conosciute, che rap­p­re­sen­tano oggi veri e pro­pri dia­man­ti grezzi con poten­zial­ità anco­ra non pien­amente espresse”.

Parole chiave: -