A Bardolino l’obelisco di Sergio Pasetto

31/07/2014 in Attualità
Parole chiave:
Di Luigi Del Pozzo

Inau­gu­ra­to a Bar­dolino, dal vice sin­da­co e dal­l’asses­sore Ele­na Avanzi­ni, l’o­belis­co di mar­mo alto cinque metri opera del­lo scul­tore Ser­gio Paset­to. L’opera, dec­o­ra­ta con 24 tav­ole di bron­zo con sto­rie del­l’An­ti­co e del Nuo­vo tes­ta­men­to, rimar­rà in espo­sizione a fian­co del­la chiesa di San Severo fino a metà otto­bre. La strut­tura por­tante in acciaio è sta­ta real­iz­za­ta nel­l’of­fic­i­na metalmec­ca­ni­ca Zeco, di Moreno Zer­pel­loni e Ange­lo Codog­na­to di Caselle di Som­macam­pagna. Pri­ma di Bar­dolino l’obelisco ha fat­to tap­pa a Verona davan­ti alla Cat­te­drale. Sem­pre del­lo scul­tore Paset­to è il bus­to di Cat­ul­lo, posizion­a­to a Bar­dolino nell’omonima piazzetta a due pas­si dal por­to ded­i­ca­ta al poeta lati­no.

La “creazione” di Paset­to rap­p­re­sen­ta il pro­totipo dell’obelisco alto 22 metri, con 24 formelle  del­la grandez­za di un metro e mez­zo per un metro e set­tan­ta, che gli è sta­to com­mis­sion­a­to da un impren­di­tore argenti­no per essere posizion­a­to in Plaza de Mayo a Buenos Aires.

Parole chiave: