Entrano nel vivo le celebrazioni per il 50esimo dell’Itc «Bazoli». Il 4 maggio la grande rimpatriata degli ex allievi

Bazoliani e fieri di esserlo

Di Luca Delpozzo
Desenzano del Garda

Bazo­liani e fieri di esser­lo, Bazo­liani per sem­pre. Fan­no le cose in grande gli ex allievi dell’Istituto tec­ni­co com­mer­ciale «Lui­gi Bazoli» di Desen­zano, decisi a non las­ciar pas­sare inosser­va­to il cinquan­tes­i­mo anniver­sario di fon­dazione del­la «loro» ama­ta scuo­la. Rim­pa­tri­ate e gare sportive (appun­ta­men­to il 4 mag­gio), con­veg­ni e con­cer­ti di alto liv­el­lo, stan­no sot­to­lin­e­an­do le cel­e­brazioni, che con­tin­uer­an­no fino a set­tem­bre. Già nelle scorse set­ti­mane, i Bazo­liani han­no dimostra­to quan­to fos­se impor­tante per loro ques­ta occa­sione, por­tan­do a Desen­zano la pres­ti­giosa Orches­tra da Cam­era di Sal­is­bur­go e i più impor­tan­ti nomi dell’economia bres­ciana: Luc­chi­ni, Folonari, Gio­van­ni Bazoli (figlio di Lui­gi, che ha dato il nome alla scuo­la). Il mese di mag­gio riapre le cel­e­brazioni riv­olte ai bazo­liani di ieri e di oggi, 3.500 per­sone tra diplo­mati, ex docenti/non docen­ti, stu­den­ti e per­son­ale attual­mente in servizio. Un «grande popo­lo», più che mai uni­to in un grande abbrac­cio, tra orgoglio e nos­tal­gia. «In tut­ti noi è molto vivo lo spir­i­to di apparte­nen­za a ques­ta scuo­la, che ci ha dato tan­to, soprat­tut­to sul lato umano», spie­ga il Bazo­liano Gior­gio Alessi, che si è diplo­ma­to nel lon­tano ’71 e che oggi, con Severo Boc­chio, è tra i più infat­i­ca­bili pro­mo­tori delle cel­e­brazioni. «Il Bazoli è il luo­go in cui abbi­amo trascor­so gli anni del­la giovinez­za, il peri­o­do più bel­lo e spen­sier­a­to del­la nos­tra vita: tut­ti quan­ti, anche chi non è arriva­to al diplo­ma, ami­amo ques­ta scuo­la per­chè è “nos­tra” e lo sarà per sem­pre». Si ritro­ver­an­no in tan­ti, tra sor­risi, bic­chieri e qualche lacrima. Saba­to 4 mag­gio alle 14.30 si ter­rà al Cam­po Sporti­vo Tre Stelle il meet­ing del­lo Sporti­vo bazo­liano, pen­sato come un piacev­ole incon­tro tra allievi ed ex allievi, per stare insieme attra­ver­so lo sport, che per anni ha rap­p­re­sen­ta­to un pun­to qual­i­f­i­cante dell’attività for­ma­ti­va del­la scuo­la, soprat­tut­to ad opera del miti­co pro­fes­sore di edu­cazione fisi­ca Giuseppe Baronchel­li. In quel­la gior­na­ta, gra­zie allo sfor­zo orga­niz­za­ti­vo delle pro­fes­soresse Mariel­la Schet­ti­ni ed Ersil­ia Gras­si, si svol­ger­an­no varie com­pe­tizioni sportive a carat­tere amichev­ole tra gli stu­den­ti del­la scuo­la e i diplo­mati: cal­cio, atlet­i­ca, staffet­ta, pallavo­lo, eccetera, con tan­to di pre­mi­azioni e foto ricor­do. Questo è in sin­te­si il pro­gram­ma del­l’inizia­ti­va, da seg­nare in agen­da per­chè, come ai tem­pi del­la scuo­la, gli assen­ti dovran­no portare una val­i­da gius­ti­fi­cazione. Alle 14.30 aprirà il meet­ing sporti­vo, alle 18,30 pre­mi­azioni e aper­i­ti­vo, poi in ser­a­ta la cena sociale al ris­torante La Fat­to­ria in Via Pigna, con musi­ca dal vivo, karaoke, con­seg­na di sor­p­rese e gad­get. Una sca­den­za è da seg­nalare subito: per la parte­ci­pazione alla cena sociale del cos­to di 20 euro è obbli­ga­to­ria la preno­tazione entro oggi stes­so, ver­san­do l’importo sul c/c postale N° 20035465, oppure in con­tan­ti pres­so lo stu­dio di Gior­gio Alessi (030/914.35.35), o al negozio Mod­e­na Sport (030/914.24.28). Altri even­ti sono in preparazione per giug­no, luglio e infine per il 27 set­tem­bre, quan­do tre bazo­liani diven­tati sac­er­doti con­cele­br­eran­no, in Duo­mo, una Mes­sa in memo­ria dei com­pa gni scom­par­si. Seguirà una grande ser­a­ta con­viviale. Ulti­ma seg­nalazione: bel­lis­si­mo il sito inter­net www.onde.net/bazoli50.