Intesa tra consorzio vinicolo e due banche del Garda e della Bassa bresciana

Bcc e Cassa Padana«adottano» il Lugana

25/04/2008 in Attualità
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Milena Moneta

Anche Cas­sa Padana, una ban­ca par­ti­co­lar­mente rad­i­ca­ta nel­la Bas­sa bres­ciana, brin­da con il Lugana. È sta­to infat­ti fir­ma­to un accor­do dal Con­sorzio per la tutela del Lugana, Cas­sa Padana e Bcc, Ban­ca di cred­i­to coop­er­a­ti­vo dei Col­li Moreni­ci e del Gar­da, con l’obbiettivo di «man­tenere il Lugana a liv­el­li di eccel­len­za». Così si è espres­so Francesco Mon­tre­sor, pres­i­dente del Con­sorzio del del bas­so gar­da, spie­gan­do le final­ità dell’accordo con le banche.«Una col­lab­o­razione nec­es­saria — pros­egue il pres­i­dente — e siglata con part­ner che fan­no dell’investire sul ter­ri­to­rio la pro­pria mis­sione». Il prog­et­to ter­ri­to­ri­ale real­iz­za­to con la col­lab­o­razione di due banche di cred­i­to coop­er­a­ti­vo mira infat­ti a man­tenere alto il liv­el­lo di com­pet­i­tiv­ità eco­nom­i­ca dell’importante prodot­to garde­sano, gra­zie all’organizzazione di even­ti pro­mozion­ali e attiv­ità di sup­por­to logis­ti­co sot­to vari aspetti.Lo statu­to di Cas­sa Padana prevede esplici­ta­mente che il risparmio rac­colto dal ter­ri­to­rio vada rein­vesti­to sul­lo stes­so ter­ri­to­rio. «Un accor­do che giunge in un momen­to del­i­ca­to per il Con­sorzio di tutela Lugana — sot­to­lin­ea Mon­tre­sor — da due anni infat­ti la richi­es­ta del prodot­to è in cresci­ta e la pre­vi­sione per il 2008 è di super­are gli 8,5 mil­ioni di bot­tiglie (un mil­ione in più rispet­to al 2007) per un fat­tura­to che oscillerà fra i 45–50 mil­ioni di euro».Cifre che mar­cano il liv­el­lo di svilup­po e di vis­i­bil­ità del Lugana a liv­el­lo nazionale e inter­nazionale, ma impli­cano anche la neces­sità di con­crete azioni di mar­ket­ing e di comu­ni­cazione. La col­lab­o­razione ha già por­ta­to Cas­sa Padana a parte­ci­pare al che si è appe­na tenu­to a Verona.

Parole chiave: -