Bepi De Marzi canta Padre David Maria Turoldo

30/01/2016 in Attualità
Parole chiave: -
Di Sergio Bazerla

A cen­to anni dal­la nasci­ta di Padre David Maria Tur­ol­do il mae­stro Bepi De Marzi can­ta e rac­con­ta la poe­sia ed i sal­mi del­l’am­i­co scom­par­so, mer­coledì 3 feb­braio alle 17,00 nel­la chiesa del­la Dis­ci­plina. E il coor­di­na­tore bar­do­linese del­l’ Popo­lare di istruzione For­mazione Romano Brus­co non sta più nel­la pelle per la sod­dis­fazione per la stra­or­di­nar­ia pre­sen­za a Bar­dolino di Bepi De Marzi, conosciutis­si­mo diret­tore del coro “I Cro­daioli” ma che per l’oc­ca­sione pre­sen­ta i sal­mi tur­oldiani, incisi da Fonit-Cetra di .Opera real­iz­za­ta in col­lab­o­razione con il com­pos­i­tore lom­bar­do Ismaele Pas­soni. 

Nel cor­so degli anni i Sal­mi han­no incon­tra­to osta­coli, preclu­sioni, incom­pren­sioni ed addirit­tura proibizioni da parte del­l’au­torità eccle­si­as­ti­ca e che solo ora, forse, se ne com­prende l’im­por­tan­za poet­i­ca e la pro­fon­da veridic­ità del­l’­opera del reli­gioso del­la Con­gregazione dei Servi di Maria. Nacque nel 1916 e morì a Milano nel 1992. Fu reli­gioso e poeta, ami­co di Gior­gio La Pira e di Pier Pao­lo Pasoli­ni con il quale real­izzerà il suo uni­co film, nel 1963 dal tito­lo ” Gli ulti­mi” trat­to dal rac­con­to “Io non ero fan­ci­ul­lo” ver­ga­to di pug­no di Turoldo.

Non nego di essere emozion­a­to di tan­to spes­sore musi­cale e cul­tur­ale a Bar­dolino — spie­ga Romano Brus­co — non tan­to per la noto­ri­età del mae­stro De Marzi, ma quan­to alla disponi­bil­ità imme­di­a­ta che il mae­stro ha dato a noi per rac­con­tar­ci  il lavoro di traduzione ed adat­ta­men­to strofi­co dei Sal­mi. Mi si pas­si il ter­mine: “Cose da intenditori”.

Il gan­cio per avere Bepi De Marzi a Bar­dolino è sta­to Flavio Boschel­li, ex ban­car­io e diret­tore di corale, da diver­si anni cul­tore ed esti­ma­tore del musicista arzignanese.

Con Bepi De Marzi ci lega la pas­sione per la musi­ca ed il can­to — evi­den­zia Boschel­li — ed io e la mia corale can­ti­amo qua­si esclu­si­va­mente sue com­po­sizioni. I fre­quen­ti con­tat­ti ci han­no pos­to in sin­to­nia anche con la salmisti­ca del­la mente eccel­sa di padre David Maria Tur­ol­do, uno dei mag­giori inter­preti del cam­bi­a­men­to del cat­to­lices­i­mo nel­la sec­on­da metà del 900. Una ” coscien­za inqui­eta del­la Chiesa” che oggi, a mio parere sa di profezia.”

Ser­gio Bazerla

Parole chiave: -