Bestia, che dolore!

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

01Dalla Pat­tuglia Azzur­ra al cabaret del Der­by Club di (assieme ai Mim­i­to­ki), da Can­zonis­si­ma ai suoi 36 film girati ed alle innu­merevoli parte­ci­pazioni tele­vi­sive, Mas­si­mo Bol­di è anco­ra sul­la cres­ta dell’onda. Ques­ta vol­ta autore di un libro, Bes­tia, che dolore!, diret­ta­mente pre­sen­ta­to ven­erdì 1 giug­no al Club di Desen­zano del Garda.Dalla sua pri­ma apparizione in TV, affi­an­co di Raf­fael­la Car­rà, il noto comi­co non si è più fer­ma­to: è uno dei pro­tag­o­nisti del cin­e­ma di casa nos­tra, al pri­mo pos­to del­la clas­si­fi­ca degli attori ital­iani che han­no ottenu­to i mag­giori incas­si al box office (con il film Vacanze di , ma pure con nuove sto­rie di grande suc­ces­so, come il recente Body­guards). Lo scor­so anno ha inoltre rice­vu­to, da una giuria com­ple­ta­mente com­pos­ta da ragazzi e ragazze, prove­ni­en­ti da ogni parte del mon­do, il pre­mio del “Gif­foni Fes­ti­val” … ed ora ecco­lo qui, qui a scri­vere, qui a raccontarsi.Bestia, che dolore!, ovvero le cause perse di Mas­si­mo Bol­di, è un inno esisten­ziale, sin­te­si di una vita costel­la­ta di innu­merevoli citazioni in tri­bunale, trasfor­mate in lunghe e cos­tose cause civili: tutte vere e tutte perse. Ad iniziare dalle querele più famose – come quel­la, mem­o­ra­bile, inten­tatagli dal­la Fin­in­vest per aver parte­ci­pa­to a Fan­tas­ti­co, su Raiuno accan­to ad Adri­ano Celen­tano – a quelle meno alti­so­nan­ti, ma stra­or­di­nar­i­a­mente assurde come quel­la con il gia­r­diniere, con il con­ces­sion­ario, con il vici­no di casa o con un sedi­cente avvo­ca­to Tigre, casuale vici­no di bar­ca conosci­u­to in vacanza.Chi crede che la vita di un artista sia sem­pre alle­gra e felice, potrà con­statare che invece potrebbe essere il con­trario. Ovvi­a­mente i rac­con­ti sono tal­mente para­dos­sali ed assur­di da pen­sare di essere inven­tati, invece no, sono veri e stra­or­di­nar­i­a­mente comi­ci. Mas­si­mo Bol­di sen­za perdere l’abituale capac­ità di far­ci rid­ere, ci rac­con­ta con iro­nia una serie di sto­rie semi-tragiche, qua­si sur­re­ali eppure rig­orosa­mente aut­en­tiche. C’è solo una spie­gazione: se è vero che la vita tal­vol­ta si diverte a tessere situ­azioni che sem­bra­no inven­tate, quan­do ha tra le mani un comi­co dà il meglio di sé e mette in sce­na la più spas­sosa delle farse.Al vol­ume è alle­ga­ta anche una cas­set­ta VHS dove è pos­si­bile rivedere il meglio del Bol­di tele­vi­si­vo: dagli archivi di Rai e Finivest, gli sketch migliori e più diver­ten­ti, con le imi­tazioni, le gag, i trav­es­ti­men­ti e le bat­tute mem­o­ra­bili che han­no dec­re­ta­to il suc­ces­so di “Cipollino”.L’uscita del libro e del video­tape è pro­gram­ma­ta per mart­edì 29 mag­gio, l’appuntamento dal vivo con l’attore-scrittore è per ven­erdì 1 giug­no al Ses­to Senso.

Parole chiave: