Biofesta a Polpenazze del Garda

Parole chiave:
Di Redazione

Il Castel­lo di Polpe­nazze del Gar­da (Bs) ospi­ta nel prossi­mo week­end, dal 3 al 6 agos­to 2018 la20esima edi­zione del­la BIOFESTA, ormai tradizionale appun­ta­men­to dell’estate garde­sana ded­i­ca­to alle pro­duzioni bio­logiche dei ter­ri­tori bres­ciani e lom­bar­di. Quat­tro giorni di enogas­trono­mia, pro­duzioni tipiche, degus­tazioni, musi­ca e cul­tura all’insegna del­la filosofia bio ed eco-compatibile.

Un appun­ta­men­to che ormai da 20 anni scan­disce l’arrivo di agos­to nel cuore del­la Val­tenèsi, sul­la riv­iera bres­ciana del lago di Gar­da e che, anche quest’anno, ha l’obbiettivo di pro­muo­vere a 360 gra­di l’autentica cul­tura del bio­logi­co. In una delle più sug­ges­tive cor­ni­ci del lago di Gar­da, la ter­raz­za di Polpe­nazze, la BIOFESTA ha un cartel­lone den­so di appun­ta­men­ti enogas­tro­nomi­ci, musi­cali e culturali.

L’evento, orga­niz­za­to dall’Associazione NATURALMENTE in col­lab­o­razione conl’Associazione SCORDIUM di Polpe­nazze del Gar­da,  Asso­ci­azione Lom­bar­da degli agri­coltori bio­logi­ci e bio­d­i­nam­i­ci (una realtà che asso­cia oltre 200 pro­dut­tori bio­logi­ci di tut­ta la Lom­bar­dia) e con il patrocinio dell’Amministrazione Comu­nale, fes­teggia quest’anno il suo ven­tes­i­mo com­plean­no con un’edizione fedele ad una tradizione ormai con­sol­i­da­ta, ma che riscuote ogni anno sem­pre nuovi consensi.

La BIOFESTA di Polpe­nazze si è affer­ma­ta nel cor­so degli anni come una delle più impor­tan­ti man­i­fes­tazioni lom­barde ded­i­cate al bio­logi­co e, vuole essere, un pun­to d’incontro per creare nuove relazioni, scam­bi e incon­tri, per la pro­mozione di uno di stile di vita nat­u­rale, eco-com­pat­i­bile ed eti­co. Rap­p­re­sen­ta un’occasione spe­ciale per appro­fondire la conoscen­za del­la Valtè­ne­si un ter­ri­to­rio di gran­di tradizioni sia vitivini­cole che olivi­cole dove è bio­logi­co il 40% del vigne­to iscrit­to agli albi D.O.P.” dichiara Mari­no Bor­tolot­ti — pres­i­dente dell’Associazione Nat­u­ral­mente — econ­tin­ua “come al soli­to il nos­tro inten­to è quel­lo di offrire al vis­i­ta­tore non solo una vet­ri­na esaus­ti­va sul com­par­to bio lom­bar­do, ma anche alcu­ni spun­ti di rif­les­sione sul mon­do delle pro­duzioni pulite, che per molti rap­p­re­sen­ta ormai sem­pre di più un’alternativa eti­ca all’insegna di un futuro davvero a misura di ambiente”

L’ossatura del­la BIOFESTA sarà, come sem­pre, rap­p­re­sen­ta­ta dal grande mer­ca­to dei pro­dut­tori, aper­to saba­to 4 agos­to dalle ore 16 alle 24 e domeni­ca 5 agos­to dalle 9 alle 23, nel quale tro­ver­an­no spazio non solo le tipic­ità agroal­i­men­ta­ri del ter­ri­to­rio come i vini del­la Valtè­ne­si o il pre­gia­to olio extravergine di oli­va, ma anche for­mag­gi di vac­ci­no e di capra, con­fet­ture, miele, ortofrut­ta. Pre­sen­ti anche pro­duzioni non food che han­no ormai adot­ta­to la filosofia del bio­logi­co come ad esem­pio i cos­meti­ci e l’abbigliamento.

Lo stand gas­tro­nom­i­co invece, aper­to fin da ven­erdì 3 agos­to alle 19.30, vedrà tri­on­fare come di con­sue­to uno dei prin­ci­pali motivi di inter­esse del­la fes­ta, il “BioSpiedo”, vari­ante bio­log­i­ca del più clas­si­co fra i piat­ti del­la gas­trono­mia bres­ciana. Tante altre le spe­cial­ità pro­poste, tutte ovvi­a­mente preparate con prodot­ti prove­ni­en­ti da aziende bio­logiche cer­tifi­cate, imp­ie­gan­do solo stoviglie com­ple­ta­mente biodegrad­abili e compostabili.

Pre­sente anche quest’anno, pres­so il Sagra­to del­la Chiesa, il ris­torante VEGANO, cura­to dal G.A.S. Mon­tezal­to di Polpe­nazze con la preziosa col­lab­o­razione del­la cuo­ca Chiara Rav­el­li, tito­lare di “Cuci­na 64”, che pro­pone un menù par­ti­co­lar­mente stuzzichev­ole e di grande qualità.

Di par­ti­co­lare rilie­vo anche il pro­gram­ma musi­cale all’insegna di sonorità folk, blues, rock e etniche che nelle quat­tro ser­ate vedrà sfi­lare for­mazioni ormai affermate.

Ven­erdì 3 agosto

LUCA BASSANESE & LA PICCOLA ORCHESTRA ITALIANA Spettacolo/Concerto per l’acqua, per la ter­ra, per la dig­nità dei popoli

Saba­to 4 agosto

LA PICCOLA ORCHESTRINA DI FULVIO ANELLI
Viag­gio attra­ver­so la musi­ca d’autore
Ful­vio Anel­li: chi­tar­ra e voce, Gio­van­ni Guer­ret­ti: piano, Ceco Bertanzetti: bat­te­ria, Nico Anni: basso

Domeni­ca 5 agosto

OFFICINA DELLE NOTE

Cor­ra­do Usar­di “Coco”: tastiere, Gio­van­ni Belli­ni “Oro”: bat­te­ria, Mar­co Mar­che­t­ti: chi­tarre; Nico­la Beri­ni “Doc”: bas­so, Pietro Zuc­ca: sax, Sil­via Pal­la­di­ni: voce

Lunedì 6 agosto

CORIMÈ
Mediter­ra­neo d’autore
Mau­r­izio Gian­none: voce, per­cus­sioni fiati etni­ci, Rober­to Gian­none: voce, chi­tarre, percussioni,Stefano Zeni: vio­li­no, Davide Dejana: basso

In pro­gram­ma inoltre la Bio-passeg­gia­ta tra le col­ture bio­logiche, domeni­ca 6 agos­to alle ore 9, la MOSTRA FOTOGRAFICA a cura dell’Associazione “Obi­et­ti­vo Sen­si­bile” e GIOCHI ANTICHI FRANCESI a cura di Won­der Factory.

Parole chiave: