Continua la corsa irresistibile del quartetto di rematori Pincini, Bertoncelli, Tacconi e Malfer. Seconda si è classificata la Bardolino, terza Regina Adelaide

Bissa. Garda al quinto trionfo

19/07/2005 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Alvaro Joppi

Irre­sistibile la bis­sa Gar­da. In una cal­da ser­a­ta di mez­za estate, con la luna a rischiarare uno spec­chio d’acqua appe­na mosso, l’armo a quat­tro dal­la del grup­po bisse la Roc­ca ha cala­to il quin­to suc­ces­so con­sec­u­ti­vo nel cam­pi­ona­to remiero per la . Una vit­to­ria indis­cus­sa che Mat­teo Pinci­ni, Michele Berton­cel­li, Pao­lo Tac­coni e Alber­to Malfer han­no incor­ni­ci­a­to met­ten­do in riga, con una grande pro­va, tut­ti gli altri cinque equipag­gi nel­la bat­te­ria dei for­ti. Un exploit che ha manda­to in vis­i­bilio un pub­bli­co inter­nazionale, quel­lo tur­is­ti­co delle gran­di occa­sioni, accor­so come al soli­to in mas­sa sul lun­go­la­go Mar­coni. A dare il via al fes­ti­val del remo lacisiense sono state le sfi­late degli equipag­gi antic­i­pate, guar­da caso, da una insoli­ta para­ta di uccel­li acquati­ci: folaghe, ger­mani, morette in con­sis­ten­ti grup­pi famil­iari han­no risal­i­to e poi ridisce­so lo spec­chio d’acqua qua­si a vol­ere anche loro ono­rare la ker­messe. Quin­di l’attenzione, a ser­a­ta avan­za­ta con lo spazio regate illu­mi­na­to da tut­ta una serie di fari, sul­la pri­ma manche, che ha vis­to ai nas­tri di parten­za anche la bis­sa di casa, la Bir­ba, con ai remi Ste­fano Bergami­ni, Wal­ter Gas­pari, Pao­lo Bigag­no­li e Clau­dio Frige­rio. L’imbarcazione ha fat­to felice i pro­pri tifosi con un finale esaltante, antic­i­pan­do di un solo sec­on­do in boa di arri­vo il ritorno degli aril­i­cen­si del­la Ichtya. A seguire, nell’ordine: Palo­ma di Gar­da, San Ercolano e Benacum le due barche di Toscolano-Mader­no, Car­mag­no­la di Clu­sane d’Iseo e Serenis­si­ma di Salò. È sta­ta una ser­a­ta for­tu­na­ta per i rema­tori del grup­po bisse Olimpia, in quan­to nel tar­do pomerig­gio era arriva­ta la con­fer­ma del­la vinci­ta, gra­zie alla parte­ci­pazione dei bis­saioli di Lazise, alla voga­lon­ga a Venezia, di una Mas­care­ta: bar­ca da rega­ta per le donne, usa­ta anche come bar­ca scuo­la. Nel­la sec­on­da manche, con in acqua i sei equipag­gi che si con­tendono il tro­feo , a sfi­dar­si gli equipag­gi bres­ciani con la sola pre­sen­za del­la Preon­da di . Ebbene, a spuntarla,dopo un tes­ta a tes­ta, è sta­to il quar­tet­to del­la Ca’ Da Mosto di Desen­zano sul­la Portesina di San Felice, segui­te dal­la Clu­san­i­na, Beren­gario di Tor­ri, Preon­da e Vil­lanel­la di Gargnano. Quin­di la gara più atte­sa, antic­i­pa­ta da qualche prob­le­ma per l’allineamento delle imbar­cazioni, ma che ha poi vis­to una parten­za alla grande di tutte le sei con­tenden­ti, con subito Gar­da a fare da lep­re. Il quin­tet­to imbat­tuto accresce accresce il van­tag­gio dopo il pri­mo giro di boa, quin­di con­sol­i­da nelle suc­ces­sive virate, tan­to da pre­sen­tar­si in boa di arri­vo in soli­tario, in anticipo di ben 11 sec­on­di sul­la Bar­dolino, che pre­cede di poco Regi­na Ade­laide, segui­ta da Peschiera, Fos­ca­ri­na di Gar­done e Iseana. Sul pal­co per la pre­mi­azione degli equipag­gi, assieme al sin­da­co di Lazise Ren­zo Frances­chi­ni, era­no pre­sen­ti l’assessore provin­ciale e già sin­da­co lacisiense Luca Sebas­tiano, l’assessore comu­nale Rober­to Cam­pa­nari e il con­sigliere Clau­dio Bertol­di. Riconosci­men­ti sono andati anche a Edoar­do Big­ot­ti, spon­sor del grup­po bisse Olimpia, e all’infaticabile Luig­i­no Per­inel­li, allena­tore dei locali e cronometrista uffi­ciale, con il bar­do­linese Luciano Mon­tre­sor, di tutte le regate del­la Bandiera del Lago. Il prossi­mo appun­ta­men­to, del cir­cuito itin­er­ante delle bisse, è per saba­to 23 luglio, in not­tur­na a Peschiera.