BANDIERA DEL LAGO. Voga veneta, questa sera la prima prova di qualificazione per aggiudicarsi l’ambito trofeo Prossima sfida a Salò e quindi trasferta sulle coste del lago d’Iseo

Bisse, remi in acqua a Garda

21/06/2003 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
Alvaro Joppi

Smalti­ta la fes­ta del­la si com­in­cia a mostrare i mus­coli per la Bandiera del lago. In acqua oggi, in not­tur­na, nel Gol­fo di Gar­da, per la pri­ma pro­va di qual­i­fi­cazione 18 equipag­gi in rap­p­re­sen­tan­za di 12 grup­pi sportivi cinque dei quali verone­si (Bar­dolino, Gar­da, Lazise, Peschiera e Tor­ri) e sette lom­bar­di (Clu­sane d’Iseo, Desen­zano, Gar­done, Gargnano, Portese, Salò e Toscolano-Mader­no). Com­p­lessi­va­mente 72 rema­tori, quat­tro per ogni bar­ca, a con­tender­si e sfi­dar­si in sette regate di qual­i­fi­cazione più quel­la finale per arrivare ad aggiu­di­car­si i tre pres­ti­giosi tro­fei: la Bandiera del lago al pri­mo clas­si­fi­ca­to in asso­lu­to dopo le prove di qual­i­fi­cazione; il tro­feo del­la , e quel­lo mes­so in palio dal Coor­di­na­men­to voga alla vene­ta di Venezia. Un Palio remiero itin­er­ante con Gar­da appun­to a tenere a bat­tes­i­mo ques­ta trenta­seies­i­ma edi­zione di un cam­pi­ona­to pro­mosso dal­la Lega Bisse del Gar­da, in col­lab­o­razione con la e i Comu­ni lacus­tri sede delle regate, tutte al saba­to in not­tur­na. Dopo l’esordio di Gar­da, il saba­to suc­ces­si­vo (28 giug­no) il cir­co delle bisse, le agili imbar­cazioni dal­lo scafo a fon­do piat­to per incon­trare meno resisten­za sull’acqua, si spos­ta a Salò per suc­ces­si­va­mente dar­si appun­ta­men­to (5 luglio) a Limone, quin­di trasfer­ta di grup­po a Iseo sull’omonimo lago. Le suc­ces­sive tre prove di qual­i­fi­cazione: a Lazise il 19 luglio, a Gargnano il 26 e a Bar­dolino il 2 agos­to. Apo­teosi finale il 9 agos­to a Desen­zano. Un cam­pi­ona­to con alcune novità e pri­ma fra tutte il ritorno del grup­po bisse di Tor­ri, con la Beren­gario bis­sa con quat­tro vit­to­rie, la pri­ma nel ’72 e poi tre in suc­ces­sione dall’89 al ’91. Altra novità il cam­bio del­la guardia nel grup­po bisse aril­i­cense con il ritiro di Icthya, vincitrice di ben tre Bandiere 1999/2001, e con il ritorno di Peschiera che si affi­an­ca ad Aril­i­ca. Com­ple­tano gli armi verone­si le due bisse di Bar­dolino con la Bar­dolino a difend­ere il pri­ma­to mes­so a seg­no lo scor­so anno, e la Preon­da. Ben tre gli equipag­gi di Gar­da: Gar­da, Regi­na Ade­laide e Palo­ma e la Bir­ba di Lazise. La for­mu­la per l’assegnazione del­la Bandiera e degli altri due tro­fei non si dis­cos­ta molto da quel­la del­lo scor­so anno. Le prime sette regate di qual­i­fi­cazione pun­tano a creare una grad­u­a­to­ria con i 18 armi che risul­ter­an­no sud­di­visi in tre grup­pi da sei imbar­cazioni cias­cuno con val­ori decres­cen­ti: quel­lo dei for­ti (grup­po A) che nel­la rega­ta finale si bat­terà per il mas­si­mo tro­feo, appun­to la Bandiera; quel­lo dei medi (girone B) e dei più deboli (grup­po C). Le bat­terie (tre) nel­la rega­ta di aper­tu­ra e cioè di oggi a Gar­da, risul­ter­an­no for­mate dalle teste di serie e dal sorteg­gio di tutte le altre imbar­cazioni. Dal­la sec­on­da rega­ta in poi le bat­terie invece seguiran­no l’ordine di clas­si­fi­ca gen­erale. Ogni imbar­cazione potrà cam­biare bat­te­ria solo se rius­cirà a mod­i­fi­care la sua posizione nel­la clas­si­fi­ca con i pun­ti asseg­nati a segui­to dei piaz­za­men­ti con­se­gui­ti gara dopo gara. In defin­i­ti­va, ogni imbar­cazione risul­terà impeg­na­ta nel­la bat­te­ria adegua­ta alle pro­prie forze. Soltan­to a qual­i­fi­cazioni con­cluse e con i tre grup­pi di bisse ben dis­eg­nati nei val­ori, nel­la rega­ta finale di Desen­zano si cimenter­an­no per la con­quista dei tre rispet­tivi tro­fei.