“Boheme al Castello di Portese”

Iscriviti al nostro canale
Di Luigi Del Pozzo

Sabato 12 luglio alle 21,15, nel Castello di Portese, frazione di San Felice del Benaco, avrà luogo la settima manifestazione del Secondo festival d’area “I Suoni del Garda” organizzato  in collaborazione con la Comunità del Garda, il Comune di San Felice del Benaco, la Provincia di Brescia, il Concorso Lirico Internazionale Giacinto Prandelli e i Gruppi Alpini di San Felice e Portese, con la direzione artistica di Giovanna Sorbi: come sempre l’ingresso è libero. Protagonisti della serata vincitori e finalisti del III Concorso Prandelli, coadiuvati  dall’Ensemble Operastyle (Diego Crovetti pianoforte, Franco Tangari oboe, Sabrina Allera flauto e Fausto Polloni fagotto) impegnati in un’ ampia selezione della Boheme pucciniana: Rodolfo è il tenore Rosolino Claudio Cardile, Schaunard è Fulvio Massa, Mimì il soprano Jeon Yeajin, II classificata al Prandelli 2014, Musetta Alessia Pintossi, soprano studentessa del Conservatorio Luca Marenzio di  Brescia, semifinalista 2014,  Marcello Franco Cerri e Colline Antonio Marani. I costumi sono di Sonia Piccioni.

La trama della Bohéme è nota: quattro giovani amici, un pittore, un filosofo, un musicista ed un poeta (Rodolfo), tirano a campare con pochi soldi in tasca nella Parigi di fine ‘800, ma si divertono moltissimo: nella loro vita entrerà Mimì, una grisette (una giovane parigina “libera”, che si occupa di fiori di carta). Rodolfo si innamorerà perdutamente di lei, ma il loro rapporto sarà minato da continue liti ed i due si separeranno. Solo quando Mimì, gravemente ammalata, sarà in punto di morte i due si riuniranno, ma a Rodolfo non resterà che piangere l’amata. Il connubio tra la spensieratezza dei giovani artisti ed il profondo sentimento d’amore, di cui tutti, alla fine, hanno bisogno è il segreto del grande successo che l’opera ebbe tra il pubblico sin dal debutto, successo che è continuato sino ad oggi.

Il giovane soprano Jeon YeanJin, Corea del Sud, si è imposta nel Concorso Giacinto Prandelli 2014, presieduto dal celebre mezzosoprano Elena Obraztsova,  su 66 concorrenti provenienti da ogni parte del mondo: si perfeziona a Milano con Dora Pellegrini e ha già vinto numerosi concorsi, tra i quali il prestigioso Pietro Mongini. Il Comitato Promotore del Concorso Prandelli prosegue così nel suo intento di valorizzazione dei giovani talenti della lirica, in ricordo del grande tenore Giacinto Prandelli, al quale è intitolato.

Commenti

commenti