Boheme al Castello di Portese”

Di Luigi Del Pozzo

Saba­to 12 luglio alle 21,15, nel Castel­lo di Portese, frazione di San Felice del Bena­co, avrà luo­go la set­ti­ma man­i­fes­tazione del Sec­on­do fes­ti­val d’area “I Suoni del Gar­da” orga­niz­za­to  in col­lab­o­razione con la , il Comune di San Felice del Bena­co, la Provin­cia di Bres­cia, il Con­cor­so Liri­co Inter­nazionale Giac­in­to Pran­del­li e i Grup­pi Alpi­ni di San Felice e Portese, con la direzione artis­ti­ca di Gio­van­na Sor­bi: come sem­pre l’ingresso è libero. Pro­tag­o­nisti del­la ser­a­ta vinci­tori e final­isti del III Con­cor­so Pran­del­li, coa­d­i­u­vati  dall’Ensemble Operastyle (Diego Crovet­ti pianoforte, Fran­co Tan­gari oboe, Sab­ri­na Allera flau­to e Faus­to Pol­loni fagot­to) impeg­nati in un’ ampia selezione del­la Boheme puc­cini­ana: Rodol­fo è il tenore Rosoli­no Clau­dio Cardile, Schau­nard è Ful­vio Mas­sa, Mimì il sopra­no Jeon Yea­jin, II clas­si­fi­ca­ta al Pran­del­li 2014, Muset­ta Alessia Pin­tossi, sopra­no stu­dentes­sa del Luca Maren­zio di  Bres­cia, semi­fi­nal­ista 2014,  Mar­cel­lo Fran­co Cer­ri e Colline Anto­nio Marani. I cos­tu­mi sono di Sonia Pic­cioni.

La tra­ma del­la Bohéme è nota: quat­tro gio­vani ami­ci, un pit­tore, un filoso­fo, un musicista ed un poeta (Rodol­fo), tira­no a cam­pare con pochi sol­di in tas­ca nel­la Pari­gi di fine ‘800, ma si divertono moltissi­mo: nel­la loro vita entr­erà Mimì, una grisette (una gio­vane parig­i­na “lib­era”, che si occu­pa di fiori di car­ta). Rodol­fo si innamor­erà per­du­ta­mente di lei, ma il loro rap­por­to sarà mina­to da con­tin­ue liti ed i due si sep­a­r­eran­no. Solo quan­do Mimì, grave­mente ammala­ta, sarà in pun­to di morte i due si riu­ni­ran­no, ma a Rodol­fo non resterà che pian­gere l’a­ma­ta. Il con­nu­bio tra la spen­sier­atez­za dei gio­vani artisti ed il pro­fon­do sen­ti­men­to d’amore, di cui tut­ti, alla fine, han­no bisog­no è il seg­re­to del grande suc­ces­so che l’opera ebbe tra il pub­bli­co sin dal debut­to, suc­ces­so che è con­tin­u­a­to sino ad oggi.

Il gio­vane sopra­no Jeon Yean­Jin, Corea del Sud, si è impos­ta nel Con­cor­so Giac­in­to Pran­del­li 2014, pre­siedu­to dal cele­bre mez­zoso­pra­no Ele­na Obraztso­va,  su 66 con­cor­ren­ti prove­ni­en­ti da ogni parte del mon­do: si per­feziona a Milano con Dora Pel­le­gri­ni e ha già vin­to numerosi con­cor­si, tra i quali il pres­ti­gioso Pietro Mongi­ni. Il Comi­ta­to Pro­mo­tore del Con­cor­so Pran­del­li pros­egue così nel suo inten­to di val­oriz­zazione dei gio­vani tal­en­ti del­la lir­i­ca, in ricor­do del grande tenore Giac­in­to Pran­del­li, al quale è inti­to­la­to.